venerdì 19 Luglio 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Piano straordinario di alienazione del patrimonio immobiliare di proprietà della Regione Lazio

scritto da Redazione
Piano straordinario di alienazione del patrimonio immobiliare di proprietà della Regione Lazio

Per avviare specifiche azioni territoriali per lo sviluppo e la valorizzazione del patrimonio immobiliare di proprietà o d’interesse dell’Agenzia del Demanio, della Regione, delle Province e dei Comuni del Lazio, nonché studi di fattibilità e azioni di supporto di specifici Programmi unitari di valorizzazione, la Regione Lazio ha potuto promuovere, ai sensi dell’articolo 4, comma 1 della legge regionale 20 maggio 2019, n. 8, la sottoscrizione di uno o più protocolli d’intesa.

In particolare, nel Comune di Monte Romano la Regione Lazio, che è proprietaria di numerosi beni immobili appartenuti alla disciolta Comunione delle Asl, anche di rilevante interesse storico-artistico, tra cui il Castello di Rocca Respampani, nel 2018 ha stipulato un Protocollo d’Intesa tra la Regione Lazio, il Comune di Monte Romano e l’Agenzia del Demanio – D.R. Lazio, finalizzato all’avvio di iniziative di valorizzazione, razionalizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare pubblico, articolato in tre principali azioni, finanziate con successiva d.g.r. 26 novembre 2019, n. 871, per la vendita di tutte le unità immobiliari ad uso abitativo e a uso diverso di proprietà della Regione nel centro storico, dell’esecuzione in via d’urgenza di lavori di messa in sicurezza di gronde e facciate degli immobili; di ricerca di un progetto di riqualificazione del Castello di Rocca Respampani.

Con la deliberazione della Giunta regionale 8 marzo 2024, n. 137, proposta dall’”Assessorato alla “Mobilità, Trasporti, Tutela del territorio, Ciclo dei rifiuti, Demanio e patrimonio”, finalizzata alla prosecuzione delle attività previste dal protocollo d’intesa del 2018, rallentate dalla pandemia e suscettibili di eventuali ulteriori stanziamenti economici, sono stati approvati l’atto d’indirizzo per la valorizzazione del patrimonio immobiliare della Regione Lazio e il nuovo Accordo di collaborazione tra la Regione Lazio e il Comune di Monte Romano con un complesso programma di azioni che prevede la concessione in uso o le permute di terreni, la concessione in comodato d’uso gratuito di beni demaniali storico-artistici, il trasferimento a titolo gratuito e con vincolo di destinazione a Diocesi e Parrocchie di luoghi di culto, il riconoscimento del diritto di opzione all’acquisto di immobili regionali appartenenti al patrimonio disponibile, la stipula di contratti di locazione a “canone ricognitorio“ di beni immobili appartenenti al demanio e al patrimonio indisponibile e disponibile regionale, l’alienazione di opere o costruzioni realizzate sui terreni regionali e il riconoscimento del diritto di opzione all’acquisto degli immobili appartenenti al patrimonio disponibile.

I commenti non sono chiusi.

Facebook