mercoledì 03 Marzo 2021,

News

Ξ Commenta la notizia

Fondi. “Per una giustizia giusta”

scritto da Redazione
Fondi. “Per una giustizia giusta”

Lo scorso 9 aprile, nelle piazze dinanzi a vari Tribunali di tutta Italia, è stata avviata la Campagna Tre leggi per la giustizia e i diritti. Tortura, carceri, droghe, con una raccolta firme a sostegno delle tre Proposte di Legge di Iniziativa Popolare depositate il 30 gennaio in Cassazione a cura dell’Associazione “Antigone” e annunciate nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 26 del 31 gennaio 2013.
Con una sentenza all’inizio dell’anno la Corte Europea dei Diritti Umani ha condannato l’Italia per trattamenti disumani e degradanti, in relazione allo stato delle carceri.
L’Italia ha un anno di tempo per ripristinare le condizioni dello stato di diritto e l’osservanza della Costituzione. Il Presidente Napolitano ha definito il sovraffollamento carcerario una questione di “prepotente urgenza” e di recente ha rivolto l’ennesimo invito perché siano approvate misure strutturali per porre fine alle disumane condizioni delle carceri.
Il sovraffollamento non è una calamità naturale né un mostro invincibile.
La nostra associazione sin dalla sua costituzione è impegnata, tra l’altro, nella difesa e promozione dei diritti umani, nessuno escluso, e contro ogni forma di violenza, razzismo e discriminazione.
In tale ottica abbiamo deciso di aderire, anche operativamente, alla Campagna “Tre leggi”, che prevede la raccolta di firme per le tre Proposte di Legge di Iniziativa Popolare: la prima propone l’inserimento nel Codice Penale del reato di tortura secondo la definizione data dalla Convenzione delle Nazioni Unite; la seconda interviene in materia di diritti dei detenuti e di riduzione dell’affollamento penitenziario; la terza si propone di modificare la legge sulle droghe nei punti più odiosi che provocano tanta carcerazione inutile.
Le tre proposte di legge sono sostenute e promosse da diverse organizzazioni e associazioni impegnate sul terreno della giustizia, del carcere e delle droghe, tra cui: l’Associazione Antigone, l’ARCI, l’Associazione nazionale giuristi democratici, la CGIL, la CGIL – Funzione Pubblica, la Conferenza nazionale volontariato giustizia, il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, il Gruppo Abele, Medici contro la tortura, l’Unione Camere penali italiane.
Per questo l’Associazione “Murales”, aderente alle Associazioni nazionali “ARCI” e “Antigone”, sarà in piazza per informare e raccogliere firme nei seguenti giorni e luoghi:
> Domenica 16 giugno 2013 ore 10,00-13,00: p.za Unità d’Italia (nei pressi del Castello);
> Domenica 23 giugno 2013 ore 10,00-13,00: via Mosillo (presso l’area mercato domenicale).
“Murales”, inoltre, informa cittadine e cittadini che è possibile firmare anche presso l’URP – Ufficio Rapporti con il Pubblico del Comune di Fondi (al piano terra del municipio):
dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00;
il martedì e giovedì anche dalle ore 15,30 alle ore 17,30.

Associazione “Murales”

Rispondi alla discussione

Facebook