venerdì 04 Dicembre 2020,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Storace: “si voterà per 70 consiglieri”

scritto da Redazione
Storace: “si voterà per 70 consiglieri”

“Tutti sanno quanto e’ stata forte la mia difesa nei confronti di Renata Polverini. E qualcuno me l’ha persino rimproverato. Eppure resto convinto che la presidente dimissionaria della regione Lazio sia stata vittima e non colpevole, per un meccanismo creato ad arte e che davvero non poteva conoscere. E’ vietato intrufolarsi nei conti correnti altrui, che sono poi all’origine dell’iscrizione nel registro degli indagati di Franco Fiorito del Pdl, e di Vincenzo Maruccio, dell’Italia dei Valori”. E’ quanto scrive Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra, nel suo editoriale pubblicato sul sito del partito e su Il Giornale d’Italia.
“Ma ora nel Lazio dobbiamo andare a votare e non c’entra nulla la storia dei seggi che vanno ridotti da 70 a 50. Il Parlamento non e’ stato ridotto nei numeri di deputati e senatori. In Sicilia si vota con 90 seggi nonostante la previsione legislativa di 70. In Molise si e’ votato a 30 seggi anziché i 20 previsti. Perché deve avvenire solo nel Lazio la violazione di ogni procedura che sarebbe pretesa dal governo tecnico-politico di Mario Monti? Per modificare lo Statuto regionale, per adottare al suo interno una norma nazionale, occorre un tempo minimo di due mesi. Poi altri 90 giorni di pubblicazione per un eventuale referendum. Non scherziamo proprio con interpretazioni fuori dalla realtà.
Il governo deve dire con chiarezza che la norma sulla riduzione dei seggi – che dovrebbe curiosamente applicare solo il Lazio – vale per la prossima volta.
Altrimenti non si capisce perché si siano pretese le dimissioni della Polverini e si stia inscenando una durissima campagna nei suoi confronti. Bastava aspettare la modifica statutaria. A Renata dico che se il governo esita, lei deve agire. E non c’è alcun dubbio che i consiglieri regionali da eleggere siano 70. Altrimenti si corre il rischio di votare di nuovo al primo ricorso accolto dalla magistratura. Stacca la spina, non accollarti responsabilità che sono del governo. Oltre al consiglio regionale, manda al diavolo anche i professori somari di Monti”.

Rispondi alla discussione

Facebook