venerdì 04 Dicembre 2020,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Gaeta. Mitrano blocca i finanziamenti ai gruppi politici presenti in Consiglio comunale

scritto da Redazione
Gaeta. Mitrano blocca i finanziamenti ai gruppi politici presenti in Consiglio comunale

Il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano dice “No” ai finanziamenti a gruppi politici presenti nel Consiglio Comunale e blocca le elargizioni concesse, fino alla passata Amministrazione. Le somme, prima destinate alla “politica” saranno utilizzate per alleviare situazioni di disagio sociale. Ma non si ferma qui la sua operazione di trasparenza amministrativa e di razionalizzazione e miglior utilizzo delle risorse finanziarie comunali: il Primo Cittadino intende modificare il Regolamento vigente interno sul funzionamento dell’assise consiliare, al fine di abolire, in modo assoluto, tali finanziamenti.
“Mi risulta – dichiara il Sindaco Mitrano – che i gruppi politici presenti nel Consiglio Comunale dispongono di risorse finanziarie stanziate a bilancio, per lo svolgimento di attività politiche. In un momento in cui si richiedono sacrifici ai cittadini, anche dovuti a tagli di fondi destinati ai Comuni, ritengo inopportuno che la «politica» continui ad usufruire di benefici e finanziamenti, perché erogati in attuazione di delibere consiliari, come è avvenuto in quest’ultimo quinquennio.
Per tale ragione il Sindaco Mitrano ha invitato il Dirigente dei Settori I e V , Antonio Zangrillo a sospendere qualsiasi forma di elargizione derivante dalle finanze pubbliche in favore dei gruppi consiliari per attività non istituzionali. Il Primo Cittadino, consapevole della situazione sociale davvero critica, a causa della grave crisi economica che attanaglia il nostro Paese, ha disposto che “le risorse finanziarie, che si riescono a risparmiare, siano destinate alle politiche del welfare, in favore delle fasce sociali più deboli.
“So bene – afferma il Sindaco Mitrano – che tale iniziativa è solo una goccia nell’oceano, ma spero che i cittadini comprendano il segnale importante, ad essi rivolto, di inversione di marcia rispetto alla precedente Amministrazione, e, soprattutto, renda evidente la nostra concreta volontà di intervento nelle situazioni di disagio sociale”.

Rispondi alla discussione

Facebook