lunedì 22 Aprile 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Terracina ha commemorato la Giornata del Ricordo

scritto da Redazione
Terracina ha commemorato la Giornata del Ricordo

Si è svolta presso il monumento alla memoria di Agostino Quartulli in via lungomare Matteotti, la cerimonia della Giornata del Ricordo.
Presenti all’evento, oltre ai cittadini, le associazioni combattentistiche, le autorità militari e civili, il sindaco Nicola Procaccini e l’On. Francesco Storace.
E’ stata una tragedia vera per il popolo italiano – afferma Storace – io sono orgoglioso per aver promulgato la legge regionale n.13 del 2003, che è stata la prima istituzione a dichiarare la Giornata del Ricordo dei caduti delle foibe. L’anno successivo toccò al Parlamento.
Da noi è partita la spinta  sul territorio per ricordare questa tragedia che per troppo tempo è stata negata. Solo gli uomini di cultura della destra italiana l’hanno ricordata per decenni e poi finalmente anche il Parlamento si è svegliato.
Fu una grave stagione di odio verso qualunque rappresentazione dell’Italia, il comunismo titino è stato poi tra i più terribili della storia mondiale.
A me dispiace quando ancora oggi c’è polemica e c’è chi non vuole riconoscere attribuendo ad altri responsabilità proprie. Di fronte a questa tragedia  tutti gli italiani almeno per un giorno debbono inchinarsi”.
La Giornata del Ricordo – dichiara il sindaco Nicola Procaccini – è ormai una ricorrenza che fortunatamente è entrata nel cuore degli italiani e non è più una conquista da ottenere.
A Terracina la ricorrenza è particolarmente cara perché si celebra accanto al monumento in onore di Agostino Quartulli, il bersagliere del battaglione Zara deceduto proprio sul confine nord orientale d’Italia.
Quindi la Giornata del Ricordo è doppiamente importante come italiani e come terracinesi.
Per questo è bella celebrarla con tutti gli onori: con le associazioni combattentistiche e con i cittadini  e in questa edizione anche con la presenza dell’On. Francesco Storace, che nel suo tour elettorale  ha trovato il tempo per condividerla con noi”.

Rispondi alla discussione

Facebook