sabato 13 Aprile 2024,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Sperlonga. Oggi e domani il 6° Workshop Internazionale

scritto da Redazione
Sperlonga. Oggi e domani il 6° Workshop Internazionale

Si terrà il 22 e 23 maggio prossimi, presso la splendida cornice del comune di Sperlonga, il VI Workshop Internazionale Agrospazio, organizzato da Federlazio e da Aero Sekur, in collaborazione con il DLR (Agenzia spaziale tedesca) e con l’Università di Tucson in Arizona e con il contributo della Regione Lazio e della Camera di Commercio di Latina.
L’appuntamento, che richiamerà autorevoli personalità da ogni parte del mondo, prosegue nella sfida lanciata nel 2004 di legare due settori, quello Agroalimentare e quello Spaziale, apparentemente lontani fra loro ma accomunati da notevoli sinergie sia tecnologiche che di mercato. Tale obiettivo appare ai nostri giorni ancora più valido tenendo conto delle reali necessità di promuovere nuove opportunità di sviluppo e contribuire quindi alla crescita del PIL nei Paesi coinvolti.
Titolo di questa edizione: “Analogue Applications – the first step towards space“. Seguendo il filo tracciato dai precedenti convegni, il confronto partirà dalla convinzione che la sperimentazione di nuove tecniche di coltivazione in ambienti estremi rappresenti il primo concreto passo verso lo spazio. E che, viceversa, l’applicazione in ambienti spaziali possa migliorare da subito le tecniche di coltivazione sulla Terra.
Saranno analizzate le più recenti innovazioni scientifiche e tecnologiche nel settore delle colture protette e presentato lo stato dell’arte della ricerca Internazionale sui sistemi per la coltivazione di piante in ambienti estremi, spaziali e urbani con particolare attenzione ai fattori economici ed ai vantaggi comparati rispetto ai sistemi convenzionali di produzione di cibo.
Relatori di caratura internazionale, ricercatori ed imprenditori, rappresentanti delle più importanti Agenzie spaziali d’Europa, istituzioni e giornalisti saranno impegnati in un viaggio speciale dalla Terra allo Spazio all’interno di due settori affascinanti e in continua evoluzione, come la ricerca spaziale e quella agricola, avendo come obiettivo fondamentale quello di promuoverne lo Sviluppo e la Crescita Economica dei due settori.
Oggi l’Agrospazio è un vero e proprio modello di sviluppo; una risposta, innovativa e tecnologicamente avanzata, ad alcune tra le più importanti sfide sociali del nostro tempo e di quello che verrà.
Il tema di un’agricoltura sana, pulita e rispettosa dell’ambiente e delle sue risorse sarà il cuore del prossimo appuntamento globale di Expo 2015.
Dal Lazio 10 anni fa è partita una sfida che oggi si rivela cruciale nelle strategie di sviluppo mondiali.
Novità di questa edizione, il lancio dell’Agrospace White Paper, un documento che descrive i benefici, le sfide e le prospettive del settore, per lo Spazio e per la Terra, con l’obiettivo di rafforzarne la presenza nelle politiche di sviluppo nazionali e internazionali e di aggregare intorno ai suoi principi fondanti istituzioni, associazioni, imprese e cittadini.
I firmatari si impegneranno a:

  1. proseguire e sostenere la ricerca legata alla coltivazione nello spazio;
  2. proseguire e sostenere la ricerca legata all’applicazione di tecnologie spaziali all’agricoltura;
  3. implementare la cross fidelization tra l’Agrospazio e le tecnologie in ambiente confinato tradizionale;
  4. ampliare la rete di PMI italiane ed europee coinvolte nel progetto;
  5. individuare nuove forme di finanziamento delle progettualità legate all’Agrospazio, partendo dai Fondi messi a disposizione delle programmazioni nazionali e transnazionali;
  6. proseguire e sostenere l’appuntamento biennale del Workshop Internazionale Agrospazio, quale momento di confronto e di elaborazione di nuove progettualità;
  7. promuovere l’informazione, nelle più importanti sedi europee, del lavoro svolto dal team di lavoro;
  8. ampliare il coinvolgimento dell’opinione pubblica intorno all’Agrospazio e alle sfide sociali e tecnologiche a cui risponde, partendo dall’occasione imminente di Expo 2015

Rispondi alla discussione

Facebook