lunedì 01 Marzo 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Per una politica ambientale moderna e sostenibile

scritto da Redazione
Terracina. Per una politica ambientale moderna e sostenibile

Nell’ultimo decennio, la politica a favore dell’ambiente e della sviluppo sostenibile della città e del territorio comunale, in linea con gli impegni dello stato Italiano e dell’Unione Europea, è divenuta un riferimento di fondamentale importanza per Terracina.
La volontà dell’Amministrazione Comunale nel perseguire tale obiettivo è dimostrata da alcuni significativi provvedimenti:
2001. L’Istituzione, per la prima volta, di un apposito Assessorato all’Ambiente e di uno specifico Settore amministrativo.
2003. L’adesione alla Carta di Aalborg delle Città Europee Sostenibili.
2005. L’attivazione, insieme al Ministero dell’Ambiente, del programma di Agenda 21 Locale e l’istituzione del Forum di Agenda 21 Locale.
2007. La realizzazione della Campagna informativa e del progetto didattico per le scuole cittadine sullo Sviluppo Sostenibile e sull’Agenda 21 Locale.
2007. L’approvazione del Rapporto sullo Stato dell’Ambiente e del Piano di Azione Ambientale dell’Agenda 21 Locale di Terracina.
Sulla base di tali indirizzi, sono stati approvati e avviati alcuni progetti e interventi di sostenibilità:
• Piano di gestione del Sito di Importanza Comunitaria/SIC di Monte S. Angelo.
• Piano di gestione del Sito di Importanza Comunitaria/SIC di Monte Leano.
• Piano Urbanistico di Riassetto delle Emissioni Elettromagnetiche Territoriali e il relativo Regolamento P.R.A.E.T. per le antenne per la telefonia mobile.
• Progetto per la Certificazione Ambientale secondo il “Sistema EMAS”.
• Progetto per la creazione dell’Area Marina Protetta/AMP nel tratto di costa tra Porto Badino e Terracina, già elencato nei Siti di Importanza Comunitaria/SIC.
• Accordo con la Regione Lazio per la perimetrazione, nel Comune di Terracina, relativa all’istituzione del Parco Regionale dei Monti Ausoni.
• Piano della zonizzazione acustica, per regolamentare l’inquinamento da rumore.
Molti dei risultati appena ricordati appartengono alla mia precedente responsabilità amministrativa come Assessore all’Ambiente, svolta nel triennio 2006-2008. Durante questo periodo ho sempre promosso, sostenuto e attuato, con l’importante collaborazione del Forum di Agenda 21 Locale, le politiche di tutela ambientale e di sviluppo sostenibile del nostro territorio, secondo gli obiettivi fissati nel Piano di Azione Ambientale approvato dal Consiglio Comunale di Terracina.
A distanza di oltre tre anni da quella esperienza, a partire da settembre 2012 ho di nuovo assunto, con la rinnovata Amministrazione Comunale, l’incarico di Assessore all’Ambiente.
Per tali motivi, raccogliendo anche la sollecitazione del Forum di Agenda 21 Locale, dopo le difficoltà degli ultimi anni, mi sono messo subito al lavoro. C’è ancora molto da fare per avviare un forte rilancio delle politiche ambientali e di sviluppo sostenibile della città, sia in quanto obiettivo strategico e prioritario del Comune di Terracina, sia in quanto specifici obiettivi da realizzare, essendo stati approvati dall’Amministrazione Comunale.
Abbiamo innanzitutto ridefinito la denominazione dell’Assessorato e del relativo Settore tecnico-amministrativo nella competenza all'”Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile”, adeguandola a quella regionale, nazionale ed europea.
Abbiamo inoltre risolto le disfunzioni precedenti relative all’organizzazione e al funzionamento dei rapporti tra il Forum di Agenda 21 Locale e l’Amministrazione Comunale, nel rispetto del vigente Regolamento.
In proposito, abbiamo reso più idonea la nuova sede del Forum; predisposto il previsto fondo spese; riorganizzata la segreteria di parte comunale; stabilita l’emissione formale dei pareri consultivi del Forum, nelle materie di competenza, sia alle Commissioni consiliari in quanto audizioni, sia al Governo in quanto indirizzi e proposte.
Nello stesso tempo abbiamo realizzato la riconfigurazione del sito web del Forum (fermo da alcuni anni) per la piena trasparenza e partecipazione attiva al processo di Agenda 21 Locale, stabilendo anche di avviare, subito dopo l’attivazione del sito web, un nuova campagna informativa sugli obiettivi dello sviluppo sostenibile della città.
Abbiamo poi approvato l’adesione del Comune di Terracina al Coordinamento Nazionale delle Agende 21 Locali per l’aggiornamento continuo sui bandi nazionali ed europei riguardanti la realizzazione dei piani di azione e dei progetti di sostenibilità.
Abbiamo infine fissato un calendario di incontri tra l’Amministrazione e il Forum di Agenda 21 Locale allo scopo di confrontare in maniera biunivoca nel metodo e nel merito, tutte le proposte in materia di sostenibilità.
In tal modo si avrà dunque la possibilità di definire, in maniera integrata ed unitaria, la strategia ambientale e di sostenibilità per i prossimi quattro anni, programmando (con strumenti normativi, tecnici e finanziari) ed intervenendo (con la fase attuativa e gestionale) sugli obiettivi fondamentali della tutela ambientale e della sostenibilità: l’aria, l’acqua, il suolo e l’energia.
Per l’obiettivo strategico “Aria”, le nostre priorità, così come indicate nel Piano di Azione già approvato dal Consiglio Comunale:
• Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile/PMUS.
• Il Piano di Riassetto delle Emissioni Elettromagnetiche Territoriali/PRAEET (Antenne della telefonia mobile).
• Il Piano di monitoraggio e d’intervento per la riduzione dell’inquinamento acustico.
• Il Piano di monitoraggio e di intervento per la riduzione dell’inquinamento luminoso.
• Il Piano di monitoraggio e di intervento per la riduzione degli inquinanti atmosferici riferito alla concentrazione di biossido di azoto (NO2) e di particolato fine (PM10) derivata dalle emissioni degli impianti di riscaldamento.
Per l’obiettivo strategico “Acqua”, le nostre priorità sono:
• Il Piano di intervento per la tutela delle acque (superficiali, sotterranee e marino-costiere) e la gestione integrata delle risorse idriche, per il risanamento igienico-ambientale e per l’eliminazione dell’inquinamento marino e il conseguente riavvio del Tavolo tecnico “Agenda Terracina” per concordare le azioni di tutela delle acque con gli altri soggetti istituzionali competenti.
•  L’adesione al Progetto Europeo di Igiene Ambientale Sostenibile “BESSE”     (Brokering Environmentally Sustainable Sanitation for Europe) relativo alla gestione delle acque reflue , sia di origine domestica (acque nere. grigie, sedimenti), sia di origine industriale o agricola.
• Il piano di censimento delle fonti inquinanti del territorio, con particolare attenzione alla fascia costiera.
•  L’assegnazione al Comune di Terracina della “Bandiera Blu” per le spiagge (qualità delle acque, della costa, dei servizi, della sicurezza e della informazione ambientale) e per gli approdi (qualità dell’approdo, dei servizi, della sicurezza e della informazione ambientale).
Per l’obiettivo strategico “Suolo” le nostre priorità sono:
• Il nuovo Piano di gestione delle ciclo dei rifiuti (di cui è stato già pubblicato il bando di gara).
• Il Piano generale di tutela, di valorizzazione e di gestione del sistema del verde pubblico urbano e territoriale.
• Il Piano di tutela, di valorizzazione e di gestione del patrimonio naturale e forestale e del sistema delle aree protette (Monumenti Naturali, Siti di Importanza Comunitaria, Zone di Protezione Speciale, ecc.) ai fini della conservazione della biodiversità.
• Il Piano di tutela e di valorizzazione dei terreni agricoli, dell’attività agricola e del paesaggio agricolo, al fine di contenere il consumo di suolo e di realizzare un sviluppo sostenibile nel rapporto tra le aree urbanizzate e quelle rurali.
• Il Piano di difesa del suolo dal rischio idrogeologico, di protezione della costa e di manutenzione delle opere di bonifica idraulica, con il potenziamento e la gestione della rete di monitoraggio metereologica, idrometrica e pluviometrica.
• Il Piano generale per la tutela, la valorizzazione e la gestione dei Beni Culturali e per lo sviluppo del Sistema integrato delle strutture, degli spazi, dei servizi e delle attività per la cultura legato al riconoscimento di “Terracina Città d’Arte”.
Per l’obiettivo strategico “Energia” le nostre priorità sono:
• Il Piano per promuovere l’utilizzo delle fonti rinnovabili e per realizzare l’efficienza e il risparmio energetico.
• Il Piano per l’implementazione delle tecnologie e degli impianti eco-efficienti nel settore civile, industriale, agricolo e dei trasporti per la produzione e l’uso di energia da fonti rinnovabili.
• Il programma degli incentivi per l’utilizzo delle energie alternative e l’inserimento necessario del fotovoltaico nelle nuove costruzioni.
• Piano di gestione dell’energia per il monitoraggio e controllo dei consumi energetici comunali con targhe energetiche affisse sugli edifici pubblici.
• Adesione al Piano di Azione Europeo per l’Energia Sostenibile/PAES e sottoscrizione del “Patto dei Sindaci”.
Ritengo, che nonostante le difficoltà epocali che la nostra città sta attraversando, in un momento dove sconforto e sfiducia prendono il sopravvento, la gestione partecipata proprio territorio è l’unica forma di democrazia che consente di riavvicinare i cittadini alla vera politica del fare.

Assessore all’Ambiente e Cultura del Comune di Terracina
Dr. Mariano De Gregorio

Rispondi alla discussione

Facebook