domenica 21 Aprile 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Giggino&Giggetto: “Racconti ameni e amari d’sop la piazza”

scritto da Redazione
Terracina. Giggino&Giggetto: “Racconti ameni e amari d’sop la piazza”

Giggino: Giggè, si sentit chenne ditt chije che se fanne chiamà frat e sore d’Itaglia?

Giggetto: stev a scorre ju giurnale da “Gino” ju barbiere e so lette cacchecosa. Dicevene che ju partit di chije che sta denta la panza de ju pisci spada, ju triculogiche, chije senza manc nu pile, vurrebbeta chiete i bocchi per ju sfasce d’mazzacani ittate sop la spiaggiona.

Giggino: ma si capit che chisse ogni vota che ce stanne le vutazioni se ne avventne una nova e bona. Mo che c’entra stu fatte d’mazzacani: enne passate vent’ann. Nusciune se ne futtute, mo belle e buene ecche che ci vurrian piazzà, a noavete, ju suppustone pulitich.

Giggetto: natu intellgentone d’pantan d’abbasce è pure ditt e precisate che è giunt ju momunte di farci rispettà. Tenemeta chied i bocchi p’ju risarciment. Ate che cazz!

Giggino: ma ij sta cosa d’mazzaccani sop la spiaggiona m’record che a cummannà ce stevene chije che ce stann mò: destra, snistra, centr, senne semp sunate e cantat da sule e mò dopp vent’ann vonne avè raggiona e ampur la muneta sunante.

Giggetto: ma chiss cu la capoccia stann buene?

Giggino: chisse vonne antustà l’acqua d’pantane nata vota, ma mesà stavota nen s’abbuschen nu cazz.

Giggetto: me sa puro a me. Ier so ite a fa benzina ai Motom da ju viecchie mesantrepe che ma ditt:”chessa è sola prupaganda, noi da mammocce la chiamavam fusaracchie.

Giggì: me sa che ju viecchie mesantrepe tene ragione, chiss so buene solo a pià p’cule noavet.

Giggetto: ma ditt semp ju viecchi mesantrepe, che puro chije denta la panza di ju pisci spada, cugin carnale d’ju partiti delle sore e di frate d’itaglia, è accummenzate a di fregnacce. Ha ditt che ha mubeletate i veri ambientalisti: i cacciator, i cuntatidini, i piscator. Tu l’sapive stu fatt?

Giggino: Giggè, cu sta genta è semp la stessa storia: dicene dicene e appò nun fann nu cazz d’niente. Che m’sbaje?

Giggetto: ma sacc che te sbaje! Mo, quas quas facc na pruposta ajamichi della cantina: ci facemeta na bella lista civica d’sul imbriacone doc.

Ce faceme da i voti e addapò mannam affacule tutt e ce n’jamme puro noavete denta la panza de stu cazz de pisc spada. Che me sa se deveta staro puro bene. A sentì chelle che dice ju fije d’mariozza.

Giggino: che bell’idea Giggè, apperò mo iammuncenn da Maulone che tenghe ju gargarozze sicch!

Giggetto: jamm … ja!

#regionelazio #politico #terracina

I commenti non sono chiusi.

Facebook