sabato 04 Febbraio 2023,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Dopo la messa a ferro e fuoco del territorio, la minoranza prova a chiedere di rivedere le delibere della “degenerazione urbana”

scritto da Redazione
Terracina. Dopo la messa a ferro e fuoco del territorio, la minoranza prova a chiedere di rivedere le delibere della “degenerazione urbana”
La Minoranza scopre dopo che è stata messa a ferro e fuoco una città, dopo due sequestri (Pro Infantia e ex Corafa), dopo un processo (lottizzazione abusiva della ex Pro Infantia), dopo decine di autorizzazioni e cantieri aperti, che la Rigenerazione Urbana a Terracina è stata appplicata con regolamenti e delibere quanto meno dubbie, delibere e regolamenti in gran parte votate anche da partiti e personaggi che oggi fanno questa clamorosa scoperta dell’acqua calda.. Ecco, vorrei dirvi che Europa Verde e Legambiente sono due anni che si battono contro questa applicazione scellerata della Rigenerazione urbana in questa città, contro questa Degenrazione Urbana che è arrivata a produrre ecomostri di cemento come i due palazzi di 7 piani della ex Corafa, che lo abbiamo raccontato a tutti con audizioni ufficiali che quelle delibere non rispettavano la legge anzi la distorcevano completamente, che la monetizzazione senza limiti degli standard urbanistici era una follia, che l’applicazione a tutta la strumentazione urbanistica comunale degli articoli della legge regionale 7/2017 senza definire degli ambiti precisi di intervento era altrettanto pericolosa, nulla neanche una parola, nè dal Comune, nè dalla Regione, nè dalla Maggioranza, nè dalla Minoranza in questi anni, il silenzio assoluto…Tutti zitti, anche davanti ai sequestri e ai processi….solo attacchi a chi in questi anni invece aveva cercato di evidenziare il problema, attacchi continui sui social e addirittura inopinatamente anche in Consiglio Comunale……oggi qualcuno si sveglia in quell’aula, ma è tardi…, io se fossi in Voi francamente proverei solo tanta vergogna per tutto questo.

I commenti non sono chiusi.

Facebook