sabato 25 Maggio 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Sistema welfare: non considerare solo l’aspetto sanitario ma anche quello sociale

scritto da Redazione
Sistema welfare: non considerare solo l’aspetto sanitario ma anche quello sociale

Il sistema di welfare che, etimologicamente, indica il benessere della persona in ogni suo aspetto, deve essere visto non solo come l’aspetto sanitario, ma anche e soprattutto sociale. Oggi purtroppo, si fa ancora fatica a capire che, il benessere, non è solo l’assenza di malattia, ma è una condizione totale della persona che coinvolge aspetti fisici e psicologici. Chiaramente tutto ciò dipende dal contesto creato dalla società che, se non consente di stare bene a 360 gradi, non consente neanche di essere in salute. A maggior ragione, per quanto riguarda le persone con disabilità e malattia rara, non esiste una cura prettamente sanitaria e, di conseguenza, lo stesso si presenta quando si è nella fase acuta di una patologia. La cura però, in molti casi, è di tipo sociale e relazionale. Spesso, ad esempio, la scuola è l’unico strumento di relazione e interazione per le persone con fragilità, in grado di migliorare le condizioni generali di salute.

Il sistema di welfare, dovrebbe prendere in considerazione tutto il contesto, soprattutto quello sociale, relazionale e sociosanitario a cui, in seguito, si aggiunge l’aspetto sanitario. Bisogna agire su tutto il contesto di vita della persona, rivedendo totalmente il welfare partendo dal sistema sociale, in grado di prendere in carico tutte le persone, a maggior ragione quelle con fragilità, tra cui coloro che hanno una disabilità, una malattia rara e i minori che hanno bisogni più complessi.

I commenti non sono chiusi.

Facebook