sabato 13 Aprile 2024,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Qui Cori

scritto da Redazione
Qui Cori

BLUEPROJECT FOUNDATION
Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano
La BLUEPROJECT FOUNDATION è un’organizzazione senza scopo di lucro con sede a Barcellona il cui scopo è sostenere e promuovere la creazione artistica nazionale e internazionale. In tal senso, offre un programma di residenze che fornisce sostegno per artisti e mostre.
L’invito è aperto ad artisti, come singoli o gruppi, di qualunque età e nazionalità. Il finanziamento è mirato al design, la formalizzazione e la produzione del progetto. I progetti presentati possono riguardare i seguenti settori: pittura, scultura, architettura, fotografia, disegno, musica, cinema, video, azione, installazione, scrittura, eventi, spettacolo, gestione culturale, poesia, ecologia, gastronomia, teatro, danza. E’ possibile utilizzare qualunque format o tecnica.
I partecipanti devono essere in grado di sviluppare il proprio progetto in massimo un mese di residenza. Una somma totale di 12.000 euro verrà suddivisa tra i tre progetti vincitori, utilizzati per coprire i costi del progetto o altre spese direttamente legate all’obiettivo della proposta (assemblaggio, meccanismi della mostra, voli, alloggio, etc.) e la mostra nella Sala Project durante il 2016. Per parteciare c’è tempo fino all’1 Agosto 2015. Maggiori informazioni su http://blueprojectfoundation.org/en/residences/call-for-artists


IL FESTIVAL DELLA COMPLESSITÀ INCANTA IL CHIOSTRO DI S.OLIVA
PROSEGUE IL PERCORSO DI PROMOZIONE DEL TERRITORIO
TRA STORIA E TRADIZIONI, ARTE E CULTURA, PAESAGGIO ED ENOGASTRONOMIA
‘Il vino nella letteratura italiana tra Dante e Guccini’ è stato il filo conduttore dell’incontro di domenica sera al Chiostro di Sant’Oliva, tappa corese del Festival della Complessità dei Monti Lepini, organizzato, nell’ambito della più ampia iniziativa nazionale, dalla Compagnia dei Lepini in quindici Comuni col sostegno delle rispettive Amministrazioni comunali (foto di Angela Marano).
Insieme alla letterata Chiara Mancini e al sociologo e poeta Jeph Anelli, è intervenuto Rino Caputo, professore di Letteratura Italiana all’Università di Roma ‘Tor Vergata’ ed uno dei massimi esperti di Dante, membro della Dante Society of America e condirettore della rivista internazionale “Dante. International Journal of Dante Studies”.
“Un interessante appuntamento con la storia, la cultura e la tradizione enogastronomica che sono parte integrante anche dell’identità del nostro paese –commenta il Delegato alla Promozione del Territorio Paolo Centra – l’ultimo di un generale percorso di valorizzazione delle risorse locali e promozione territoriale che stiamo portando avanti da qualche tempo con buoni risultati.”
“Solo negli ultimi mesi – precisa Centra – abbiamo partecipato attivamente a tre importanti progetti intercomunali che si sono aggiudicati altrettanti finanziamenti regionali: due riguardano la Via Francigena del Sud, la sua riqualificazione, messa in sicurezza e promozione; l’altro ha assicurato la presenza della Città di Cori tra le eccellenze del Lazio presenti ad Expo Milano 2015”.
“Quanto agli eventi – conclude Centra – quest’anno è stato potenziato il connubio tra rievocazione storica, folklore e le tre cantine, protagoniste del Carosello Storico e tra poco del Latium Festival. Di recente lo Sky Wine ha esaltato le nostre tipicità e bellezze paesaggistiche, ancora al centro dell’attenzione a Settembre con due giornate dedicate a vino ed arte e a Dicembre con una manifestazione sull’olio”.


Il LATIUM WORL FOLKLORIC FESTIVAL 2015 ALZA IL SIPARIO A CORI CON LA SERATA FOLKORICA E LA NOTTE BIANCA TRA FOLKLORE E MUSICA
Abiti colorati, visi sorridenti, ritmi frenetici e coinvolgenti, coreografie spettacolari che si rincorrono tra balli di gruppo e vere e proprie acrobazie dei solisti. Si alza il sipario sull’edizione 2015 del Latium World Folkloric Festival – CIOFF® International Festival manifestazione che da anni promuove la cultura folklorica di tutto il mondo, le tradizioni culturali e l’immagine del Lazio, attraverso lo scambio e il dialogo tra i popoli, con l’importante sostegno del CIOFF® mondiale, ottenendo da ultimo anche il prestigioso patrocinio di Expo Milano 2015.
Gli spettacoli verranno presentati in alcuni incantevoli scenari del Lazio dal 25 Luglio al 7 Agosto. A Cori, sede del Festival, si svolgeranno le giornate clou, a partire da Mercoledì 29 Luglio, alle ore 21:15, a Piazza del Tempio d’Ercole, dove si terrà la Serata Folklorica con lo spettacolo degli Sbandieratori Leone Rampante di Cori e a seguire dei gruppi provenienti da Ucraina – “Gorytsvit” Folk Dance Ensemble di Leopoli; Bulgaria – Folklore Dance Ensemble “Zhar”; Argentina – Gran Ballet Argentino Città di Cordoba e Polonia – Folk Song&Dance Ensamble Warszawianca Università di Varsavia (foto di Cesare Galanti). Alle 22:30, per le strade del centro storico di Cori monte, si potrà assistere al CIOFF® World Folklore Parade – Parata Mondiale del Folklore lungo il percorso: Tempio d’Ercole – Via del Tempio d’Ercole – Piazza Signina – Via Madonna del Soccorso. Dalle 23:00 alle 2:00, a Piazza Signina, la Notte Bianca tra Folklore e Musica Etnica con l’animazione degli artisti argentini, bulgari, polacchi ed ucraini a cui si uniranno i complessi di musica popolare ‘I Gorgani’, i ‘Canisìa’, i ‘Fabbricastrofe’ e i ‘Tricanti’.
Domenica 2 Agosto, la Giornata dell’Amicizia tra i Popoli, con gli artisti internazionali ospiti a pranzo delle famiglie del territorio. Intercultura in festa – Mostra ‘Il Pane e l’arte’: Palazzo Riozzi, ore 17:00. Latium Folk & Ethnic Music Fest – Melodie e Ritmi popolari del mondo – Ambrogio Sparagna in ‘Concerto d’Amore’, teatro di Pozzo Dorico, ore 21:15. Degustazioni a base di vini e prodotti tipici di eccellenza del territorio di cori, artigianato tipico del mondo. Lunedì 3 Agosto, il Traditional Games Day – Workshop sulla rivalutazione dei Giochi Popolari a Piazza Signina, ore 10:00. “Scenaperta” – Avis Cori presenta la V edizione de ‘La Nota Rossa’ con Classico Concerto Bandistico “A. Panizza” Città di Paliano diretto dal M° Giuseppe Cimini, Teatro di Pozzo Dorico, ore 21:15.
Martedì 4 Agosto, Teatro di Pozzo Dorico, ore 21:15 “Folkloriada Mediterranea” – Apertura Ufficiale con tutti i gruppi internazionali, la Compagnia Rinascimentale “Tres Lusores” e gli Sbandieratori Leone Rampante di Cori. “Intercultura in Festa”: degustazioni a base di pietanze etniche di tutto il mondo, vini e prodotti tipici di eccellenza del territorio, artigianato tipico del mondo. Mercoledì 5 Agosto, Teatro di Pozzo Dorico, ore 21:15, Concierto de Tango y Folklore, Serata Speciale con il Gran Ballet argentino di Cordoba. “Intercultura in Festa”.
Giovedì 6 Agosto, Teatro di Pozzo Dorico, ore 21:15, Serata Speciale con il “Gorytsvit” National Folk Dance Ensemble di Leopoli – Ucraina e gli Storici Sbandieratori delle Contrade di Cori. “Intercultura in Festa”. Venerdì 7 agosto, Teatro di Pozzo Dorico, ore 21:15, “Folkloriada Mediterranea” Chiusura Ufficiale. “Intercultura in Festa”. Le feste serali con la partecipazione dei giovani del mondo – Gioventù del Mondo in Festa – si svolgeranno dalle ore 23:50 alle 03:00 nel seguente modo: il 2 e 3 Agosto a Piazza Sant’Oliva; il 7 Agosto al piazzale delle Scuole elementari. Info e contatti: www.latiumfestival.it – https://www.facebook.com/cori.latiumfestival?fref=ts


PREMIO NAZIONALE DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA ‘LEGGERE LA SCIENZA’
Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano
Al via la terza edizione del Premio nazionale di divulgazione scientifica promosso dall’Associazione italiana del libro (Ail), con il patrocinio del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) e dell’Associazione italiana per la ricerca industriale (Airi) al quale possono partecipare autori di opere pubblicate nel 2014 e nel 2015.
L’iniziativa ha l’obiettivo di affermare l’importanza della comunicazione scientifica e si articola in due sezioni, libri e articoli, con riferimento a cinque aree: scienze matematiche, fisiche e naturali; scienze biologiche e della salute; ingegneria e architettura; scienze storiche e letterarie; scienze giuridiche, economiche e sociali.
Si può partecipare a entrambe le sezioni con una o più opere, in formato cartaceo e/o elettronico. L’iscrizione è gratuita. Le pubblicazioni possono essere presentate dagli autori o dalle case editrici. La candidatura per le opere collettive può essere proposta anche da un singolo autore o curatore.
Il concorso prevede l’assegnazione di nove premi, costituiti da targhe, che verranno conferiti dalla giuria al primo classificato in assoluto, ai vincitori delle due sezioni e al miglior libro di ciascuna delle cinque aree scientifiche.
Un ulteriore riconoscimento verrà assegnato al miglior classificato tra i giovani autori sotto i 35 anni. Per partecipare c’è tempo fino al 2 Agosto 2015. Maggiori informazioni su http://www.associazioneitalianadellibro.it/


INIZIA DALLA FRANCIA LA TOURNÉE IN EUROPA DEI MAESTRI DELL’ARTE DEL MANEGGIAR L’INSEGNA
GLI SBANDIERATORI DEI RIONI DI CORI IN PROVENZA AL FESTIVAL DELLA LAVANDA DI VALRÉAS
PROSSIMA USCITA IN UNGHERIA AL SUMMERFEST CIOFF® DI SZÁZHALOMBATTA (12/23 AGOSTO)
Inizia la tournée estiva in Europa degli Sbandieratori dei Rioni di Cori. Prima suggestiva tappa in Francia, alla 49^ edizione del Festival della Lavanda di Valréas, in Provenza, dal 31 Luglio al 4 Agosto. Il folklore della bandiera corese si immergerà in uno scenario unico, colorato e profumato come il fiore viola che riempie le valli provenzali.
Ogni anno, tra Luglio ed Agosto, periodo di massima fioritura della lavanda, nei paesi lungo la Route de la Lavande, si festeggia la raccolta del fiore tipico della Provenza, un evento da sempre particolarmente sentito dalle popolazioni locali. Percorrere la strada della lavanda in questi giorni è uno spettacolo, tra sfilate, carri allegorici, musica, artigianato, enogastronomia ed essenze di lavanda.
Valréas, nota ai francesi come l’Enclave dei Papi, fonda tutt’oggi gran parte della sua economia sulla coltivazione della lavanda e il Corso de la Lavande è la principale festa valréassienne. I maestri dell’arte del maneggiar l’insegna si uniranno alle numerose bande militari e non e ai tanti gruppi folcloristici internazionali presenti alla manifestazione.
Dal 12 al 23 Agosto invece gli Ambasciatori di quella scuola di sbandieramento corese unica in tutta Italia, saranno in Ungheria, al XXIII SummerfestInternational Folklore Festival and Folkart Fair – di Százhalombatta, uno dei Festival CIOFF® – International Council of Organizations of Folklore Festivals and Folk Arts – più importanti del mondo.


LATIUM FOLK & ETHNIC MUSIC FEST – MELODIE E RITMI POPOLARI DEL MONDO
TARANTA D’AMORE: AMBROGIO SPARAGNA IN CONCERTO A CORI
DEGUSTAZIONI DI PRODOTTI TIPICI, ARTIGIANATO TIPICO DAL MONDO E GIOVENTÙ IN FESTA
Nell’ambito del Latium Folk & Ethnic Music Fest – Melodie e Ritmi popolari del mondo, Ambrogio Sparagna presenta a Cori il suo Concerto ‘Taranta d’Amore’, che dà il titolo anche al suo ultimo album. L’appuntamento è per domenica 2 Agosto, alle ore 21:15, presso il teatro di Pozzo Dorico, che quest’anno ospiterà il Latium World Folkloric Festival.
Si tratta di una selezione di canti provenienti dal cuore della cultura di tradizione orale dell’Italia centro-meridionale, le cui musiche ispirate alle forme e ai modi espressivi della Tarantella sono state elaborate e composte direttamente da Sparagna, adattandole alle specifiche sonorità dell’Orchestra Popolare Italiana.
Antica forma di musica da danza, la Tarantella ha influenzato il repertorio di molti canti popolari italiani. Dalla metà del XIX secolo, con la diffusione dell’organetto, questi repertori si sono rinnovati e arricchiti, generando nuove modalità espressive frutto dell’incontro con le concezioni musicali arcaiche pastorali .
Sparagna riscopre e reinventa questi ritmi mediante l’Orchestra Popolare Italiana, una grande compagine sonora dove protagonisti sono gli strumenti tipici della tradizione musicale popolare italiana: zampogne, ciaramelle, organetti, tamburelli, mandolini, violini, chitarre battenti, ghironde, lire, ocarine e flauti di canna.
Guidata dal ritmo vorticoso della Taranta, Sparagna propone uno dei tratti distintivi della musica di tradizione orale: l’essere strettamente legata al concreto svolgersi della vita, un universo esistenziale scandito dai cicli stagionali e dal calendario liturgico, in cui la musica aveva una funzione sociale, riconosciuta dalla comunità di appartenenza.
Alcuni testi dei canti sono stati tratti da importanti fonti storiche letterarie (come il Saggio di Canti popolari di Giuliano, 1871 – Gioacchino e Tarquinio Fuortes; Canti popolari romani, 1907 – Giggi Zanazzo) che, benché prive di trascrizioni musicali, offrono una “fiorita di canti” emblematici della ricchezza poetica dell’espressività di tradizione orale.
Dalle ore 20:00, inoltre, a Piazza Romana, degustazioni gratuite a base di vini e prodotti tipici di eccellenza del territorio di Cori e artigianato tipico del mondo. Dalle ore 23:50 alle 03:00, a Piazza Sant’Oliva, invece, Gioventù del Mondo in Festa con i giovani del mondo. Per informazioni e contatti: + 39 347 054 71 81 – latiumfestival@yahoo.it – www.latiumfestival.it

 

 

Rispondi alla discussione

Facebook