mercoledì 12 dicembre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Fondi – La Festa degli Anziani targata Pdl

scritto da admin
Fondi – La Festa degli Anziani targata Pdl

Anche la Festa dei Nonni e degli Anziani può diventare un’occasione da non perdere per fare propaganda politica gratuita.
E’ quanto succede a Fondi, dove la Giunta De Meo affida ad un’Associazione l’organizzazione della manifestazione, dando non solo il patrocinio (uso Piazza e corrente elettrica) ma anche un congruo contributo economico di 1.000,00 euro (Delibera di Giunta nr. 343 del 27/09/2012).
Tutta la Giunta De Meo, dal Sindaco all’Assessore Peppe, dal Presidente del Consiglio al Presidente della Commissione Servizi sociali, sarà presente a quella che dovrebbe essere una giornata di riflessione e di festa sulla condizione degli anziani, peccato che gli “organizzatori” si siano dimenticati di invitare i membri della Commissione consiliare servizi sociali e tutti i Consiglieri comunali.
Chiaramente, il primo degli invitati all’evento sarà l’immarcescibile Senatore Claudio Fazzone, il quale sappiamo tutti quanta attenzione ha sempre dimostrato alla realtà degli anziani del nostro Comune.
Farsi una bella Festa degli Anziani in famiglia con i soldi del Comune, cioè di tutti i cittadini di Fondi, è il modo migliore per propagandare le magnifiche e gloriose sorti dell’Amministrazione De Meo.
Ma proprio sulla questione del Centro Anziani “D. Purificato” e, in particolare, sulla sua gestione, la Giunta De Meo dovrebbe fare mea culpa, considerato che il commissariamento dello stesso dura oramai da tempo immemore e che, nonostante l’impegno che tutti i membri della Commissione consiliare stanno mettendo per dare allo stesso un nuovo Regolamento democratico e garante di una gestione trasparente, questo ancora non riesce ad essere approvato.
La responsabilità di questo ritardo è tutta della maggioranza di centrodestra che, evidentemente, preferisce far stare il Centro Anziani in una situazione di commissariamento straordinario, e non andare a libere elezioni per dare allo stesso un Comitato di gestione democraticamente eletto.
Ci sono tanti modi per amministrare la cosa pubblica e quello più smaccatamente offensivo per il modo in cui viene fatto è di finanziare manifestazioni private con i soldi pubblici.
Questa Giunta è abituata ad una gestione delle manifestazioni “culturali”, “sportive” e “di volontariato”, preparata in casa. Vengono premiate le associazioni che sono smaccatamente collaterali politicamente alla sua maggioranza.
Una volta si usava il “cilindro elettorale” per far asfaltare strade e stradine nei giorni precedenti il voto amministrativo o politico, dando l’impressione ai cittadini che venivano presi in considerazione i loro sacrosanti diritti per farli passare come generose elargizioni dell’amministratore di turno.
Quel modo di fare politica si chiamava e si chiama CLIENTELISMO.
La Giunta De Meo usa il cilindro di qualche Associazione amica per fare clientelismo.

Bruno Fiore
Consigliere comunale del Partito Democratico

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+