lunedì 22 Aprile 2024,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Expo 2023: gli ispettori incontrano a Roma i sindacati

scritto da Redazione
Expo 2023: gli ispettori incontrano a Roma i sindacati

Nel giorno del Natale di Roma, i quattro ispettori del Bureau International des Expositions che questa settimana hanno approfondito il dossier per l’Expo 2030 e osservato da vicino la Capitale, hanno voluto incontrare, presso i Mercati di Traiano di fronte ad uno scenario mozzafiato della capitale, i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali del Lazio di CGIL, CISL, UIL e UGL, quest’ultima rappresentata dal Segretario Regionale Armando Valiani e il Componente della Segreteria Serena Visintin.

L’Expo2030 rappresenta, l’occasione per portare a compimento la trasformazione urbanistica, ma prima ancora sociale iniziata il secolo scorso con gli interventi nel quadrante sud-ovest, con l’Esposizione del 1942, e proseguiti con le Olimpiadi estive del 1960, le quali hanno consegnato al Mondo un’Italia nuova e diversa, Roma conoscerà nei prossimi mesi l’avvio di una fase di rinnovamento, con le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e con gli interventi previsti per il Giubileo del 2025.

Roma e il suo territorio hanno mostrato una capacità di accoglienza e di integrazione molto alta, partendo dal tessuto scolastico dove hanno trovato una sinergia sia il pubblico che il privato, dalle scuole primo secondo grado e dalla rete universitaria, frequentate dalle nuove generazioni, e dai luoghi di lavoro, da quelli più tradizionali della manifattura e del turismo, fino a quelli più innovativi delle start up e della nuova agricoltura di qualità, una vera eccellenza italiana, che contribuiscono alla crescita economica della Nostra Regione e del nostro paese.

Roma è già pronta per accogliere milioni di turisti e di visitatori business. Lo scalo di Fiumicino ha appena visto transitare quasi trenta milioni di utenti; si arriva a 33 milioni considerando anche l’aeroporto di Ciampino. Il porto di Civitavecchia ha visto transitare 783 navi, per oltre 2 milioni di passeggeri. Roma Termini situata nel cuore della città è un luogo vivace e frenetico, La stazione Termini è dotata di 32 binari, che servono sia treni regionali che nazionali e internazionali. È possibile raggiungere molte destinazioni italiane, come Napoli, Firenze, Venezia e Milano, ma anche città europee come Parigi, Monaco e Vienna, dove si respira l’atmosfera di un’intera città è un punto di partenza e di arrivo per migliaia di persone ogni giorno, un luogo dove si incontrano culture, lingue e storie diverse.

Come UGL Lazio – spiega il Segretario Regionale Armando Valiani – Roma e il suo territorio hanno mostrato una capacità di accoglienza e di integrazione molto alta, partendo dal tessuto scolastico, una sinergia tra pubblico e privato, dalle scuole primo secondo grado e dalla rete universitaria, frequentate dalle nuove generazioni, e dai luoghi di lavoro, da quelli più tradizionali della manifattura e del turismo, fino a quelli più innovativi delle start up e della nuova agricoltura di qualità, una vera eccellenza italiana, che contribuiscono alla crescita economica della Nostra Regione, ma che ha la forza di immaginare anche un futuro inclusivo e innovativo, con grandi opportunità per rendere il lavoro più sicuro e di qualità per tutte e tutti i lavoratori”.

I commenti non sono chiusi.

Facebook