mercoledì 30 Novembre 2022,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Turismo: il Lazio alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum

scritto da Redazione
Turismo: il Lazio alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum

La Regione Lazio sarà presente all’edizione 2022 della BMTA – Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, l’evento fieristico tra i più frequentati nel panorama del turismo archeologico e culturale, in programma al Tabacchificio Cafasso di Paestum (Salerno) dal 27 al 30 ottobre 2022.

Un evento unico perché rappresenta una vetrina internazionale che permette di riscoprire luoghi e tradizioni. In tale contesto l’Assessorato al Turismo della Regione Lazio – destinazione che annovera siti archeologici tra i più conosciuti in Italia e nel mondo, ma anche ancora inesplorati – non intende lasciarsi sfuggire l’opportunità di puntare i riflettori sulle meraviglie copiosamente e omogeneamente diffuse su tutto il territorio regionale, far rivivere i luoghi simbolo della tradizione e offrire ai viaggiatori la possibilità di vivere l’esperienza di un’immersione nella storia, nella cultura e nelle tradizioni che sono esclusivi e identificativi del Lazio.

“La BMTA è un’occasione unica per puntare i riflettori sulle meraviglie diffuse in tutto il Lazio, così che possano essere scoperte o riscoperte, per ripercorrerne la storia, per incentivare un turismo di prossimità, lento e sostenibile” – ha dichiarato Valentina Corrado, Assessore al Turismo ed Enti Locali della Regione Lazio – “La nostra è una regione con un grande patrimonio archeologico, storico e culturale, in cui è possibile vivere un’esperienza turistica totalmente immersiva. Inquadrando un QR Code, ad esempio, grazie alla realtà aumentata, si può andare alla scoperta della città di Tarquinia attraverso un viaggio virtuale: si tratta di una nuova forma di promozione turistica che ci porterà nel mondo del Metaverso. Ma c’è di più. Per raggiungere un pubblico vasto, sono stati sperimentati nuovi format comunicativi che saranno presentati alla fiera: attraverso i film d’animazione raccontiamo luoghi come Alatri e Lanuvio così da arrivare anche ai più piccoli.  Tutto ciò prova quanto crediamo nell’archeologia come veicolo efficace di promozione turistica e quanto il Lazio sia una Regione in cui la tradizione si interseca con l’innovazione” – ha concluso Corrado.

Alla BMTA la Regione Lazio sarà presente con un proprio spazio istituzionale. Inoltre, il 29 ottobre è previsto un workshop B2B al quale parteciperanno diversi operatori del territorio che avranno l’opportunità di raccontare l’offerta archeologica-culturale-turistica regionale a buyer internazionali, mentre nella giornata del 27 ottobre, nell’ambito della sessione ArcheoIncontri presso la Sala Velia, si terrà la conferenza “Archeologia e Turismo nel Lazio: passeggiate alla scoperta dell’Antico”, curata dalla Direzione Turismo della Regione Lazio. Si tratta di un excursus tra i siti archeologici fortemente rappresentativi delle identità culturali di diversi territori del Lazio: dalle antiche Terme di Vespasiano e la villa di Tito, all’area di Pirgy – Porto e grande santuario marittimo di Cerveteri, alle Tombe dipinte delle Necropoli di Tarquinia alla Villa di Tiberio a Sperlonga e ancora l’area archeologica di Aquinum, le meraviglie di Alatri, Lanuvio e per concludere Villa Adriana a Tivoli.

I commenti non sono chiusi.

Facebook