domenica 03 Marzo 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “La città, nonostante le negatività”

scritto da Redazione
Terracina. “La città, nonostante le negatività”
Terracina è una città di 45 mila abitanti, posta a 100 chilometri da Roma e a 120 da Napoli.
Occupa la parte terminale della vasta Pianura Pontina, e gli ultimi contrafforti dei Monti Ausoni – Lepini, che giungono fino al mare con pendenze tanto ripide che per aprire il passaggio alla Via Appia, i Romani furono costretti a scavare nella viva roccia.
Il territorio terracinese s’inserisce nella vasta insenatura compresa fra i promontori del Circeo e di Gaeta.
E’ un paesaggio bello, con scorci panoramici ammalianti, un clima mite, un’ottima cucina e la cordialità della gente. Questi ultimi motivi, fanno di Terracina una desiderosa località, non solo per una vacanza estiva, tra storia, cultura e bellezze naturali.
Terracina, però, è anche Città storica. Le prime notizie avvalorate da ricerche e da scritti, si possono far risalire intorno al 406 a.C., quando i Romani iniziarono la campagna per la conquista di Anxur, vecchio nome Volsco della città.
Da quest’ultima data in poi è stato un susseguirsi di vicende, lotte, invasioni, momenti di splendore, abbandoni e decadenze.
Grande sviluppo ebbe, invece, Terracina tra la fine della Repubblica e i primi due secoli dell’Impero e nell’età Medievale, specialmente per la parte alta della città, dove ancora oggi si possono vedere cospicui monumenti.
Guardare al passato è come tuffarsi nelle braccia dei ricordi. Molti sono stati gli storici e i poeti che nell’arco di duemila anni hanno scritto di Terracina: da Tito Livio a Goethe, da Orazio a Curzio Malaparte“… milia tun pransu tria repinus atque subinus impositum saxis late cadentibus Anxur…”. (Dopo pranzo percorremmo tre miglia ed arrivammo sotto Anxur, posta sopra pietre biancheggianti).
Così scriveva Orazio di Terracina, durante il suo storico viaggio da Roma a Brindisi, attraversando la Via Appia, nel 37 a.C.
Questi alcuni cenni della millenaria storia di Terracina.
Oggi la città mantiene la sua vocazione turistica, con una spiaggia di oltre sei chilometri, ed un mare cristallino che attira ogni anno migliaia di bagnanti.
e.l.
La foto del teatro romano è di Fabrizio Cardinale.

I commenti non sono chiusi.

Facebook