sabato 18 Maggio 2024,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Intenso il rapporto di gemellaggio tra Terracina e Serghyev Posad

scritto da Redazione
Terracina. Intenso il rapporto di gemellaggio tra Terracina e Serghyev Posad

Si sono svolte anche quest’anno, dal 14 al 18 novembre 2012, le giornate della cultura di Terracina nella città gemellata di Serghyev Posad.
La delegazione di Terracina era composta:
Presidente del circolo culturale “A.S.Puskin“ di Terracina Antonio D’Ettorre, Assessore ai gemellaggi Angelo De Angelis, Clarinettista di fama mondiale Bruno Di Girolamo, Preside liceo “Leonardo da Vinci“ Carmelo Palella, Preside Istituto Professionale “A Filosi“ Anna Maria Masci, accompagnati anche da alcuni rappresentanti del mondo economico e produttivo locale.
Tutta la delegazione, è stata calorosamente accolta la mattina del 15 novembre, presso la casa comunale, dal presidente della Regione Vladimir Korotkov insieme a molti rappresentanti dell’amministrazione.
Lo scambio culturale, fondamento dell’iniziativa , si è concretizzato attraverso alcuni momenti salienti.
L’Apertura il 15 Novembre presso la sala dell’amministrazione comunale della mostra fotografica realizzata dal vice presidente del circolo culturale “A.S.Puskin“ Antonio Simeoni.
I due concerti, tenuti dal Maestro Bruno Di Girolamo insieme alla grande orchestra di Serghyev Posad, seguiti da un estasiato pubblico di circa 1000 persone nell’auditorium comunale. Il repertorio eseguito, ha spaziato, dalla musica classica allo swing, dal Jazz armonico alla canzone popolare Italiana e Russa, ed ha riscosso un grande successo dimostrato da intensi e prolungati applausi.
Inoltre, molto interessanti sono stati gli incontri fra i presidi delle scuole di Terracina con i rispettivi direttori delle scuole di Serghyev Posad, incentrati sullo scambio di esperienze nelle metodologie di insegnamento. A coronamento delle visite è giunto l’accordo per la realizzazione di un progetto pilota per lo scambio (una o due settimane) degli studenti più meritevoli (Stage).
La serata di gala, con menu’ a base di piatti tipici della cucina Italiana, preparati dal cuoco Gianluca Avagliano, ha “gustosamente“ concluso la visita.
Siamo certi che la cultura, può dare ancora maggiore forza al flusso turistico dalla Russia verso il nostro territorio e verso Terracina in particolare, così come, siamo convinti che questi incontri stanno aprendo la strada per i nostri prodotti verso nuovi e immensi mercati.

Rispondi alla discussione

Facebook