lunedì 24 Giugno 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina è quella che è e che RACCONTIAMO: né più né meno

scritto da Redazione
Terracina è quella che è e che RACCONTIAMO: né più né meno
Qualche lettore (due, tre, forse quattro) di questa pagina, ciclicamente, ci accusano di parlare male della città.
Che non abbiamo amore per Terracina, che bisogna porre in risalto tutte le cose positive che questo luogo esprime per valorizzarlo maggiormente, che abbiamo rancori mai sopiti per accadimenti di natura personale che ci offuscano l’obiettività di critica.
A tali congetture, perché tali sono, rispondiamo che sono FALSE!
False perché ogni giorno lavoriamo sul “materiale” che questa città ci offre in abbondanza e sono sempre di natura non positiva: sul piano politico – amministrativo, su quello sociale, sui fatti di cronaca, evidentemente diretta conseguenza anche delle difficoltà dei suoi giovani cittadini.
Ed ancora: sui temi della cultura, scomparsi da decenni e sul precario stato in cui versa materialmente la città.
Pensate che il “giardinetto” con la scritta “Città di Terracina”, posto all’ingresso nord della città, questo viene innaffiato “con pompa a mano” emungendo l’acqua dal “carro botte” (come in foto).
Lo scatto fotografico che rappresenta il fatto raccontato, come lo possiamo giornalisticamente inquadrare: uno sfregio a Terracina o incompetenza allo stato puro di chi ha progettato e non terminato i lavori del pittoresco “giardinetto” ben augurante?
In definitiva, noi RACCONTIAMO, senza fare sconti a nessuno, ma con oggettività assoluta quello che vediamo.
Con buona pace di chi vorrebbe nascondere sotto il tappeto la cruda e nuda realtà.

I commenti non sono chiusi.

Facebook