giovedì 29 Settembre 2022,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “Dal Libro “Il racconto della città non prevede buchi di memoria”

scritto da Redazione
Terracina. “Dal Libro “Il racconto della città non prevede buchi di memoria”

Questa foto ci ricorda la prima inaugurazione del monumento e della piazza dedicata al compianto presidente Aldo Moro.

Si era in epoca del primo commissariamento del Comune di Terracina (anno 2015) a la guida del sindaco Procaccini, mandato anzitempo a casa dopo la sfiducia operata dalla sua maggioranza.

A guidare il Comune fu incaricato il vice prefetto Erminia Ocello, che porterà la città di Terracina alle elezioni nella primavera – estate 2016.

Nella foto della inaugurazione, oltre alla presenza del vice prefetto Ocello, troviamo l’assessore regionale dell’epoca Rita Visini.

La vice prefetto Ocello promosse in quel periodo anche una manifestazione con la Pattuglia Acrobatica Nazionale (le Frecce Tricolori), evento che successivamente alle elezioni del 2016 fu ripetuto dal nuovo/vecchio sindaco.

Esibizione che come si ricorderà condusse alla tragedia del maggiore Gabriele Orlando, il quale con il suo Eurofighter si inabissò nelle acque del mare terracinese.

Una tragedia per la quale il rieletto sindaco si sentì in dovere di erigere un monumento ad imperitura memoria del maggiore Orlando (la targa sul monumento è dunque sbagliata?). Monumento posto su un tratto di spiaggia del Lungomare Circe.

Per completare questi piccoli ricordi, c’è da menzionare anche un’altra inaugurazione del vice prefetto Ocello: il Palazzo della Bonifica Pontina.

Successivamente ri-inaugurato nel 2016 dal rieletto sindaco prima della sua discesa in campo alle elezioni europee, circa due anni dopo la sua seconda proclamazione a primo cittadino di Terracina.

Tutto ciò a significare che il racconto sulla città non può avere “vuoti” di memoria, e la storia va declinata per quella che è stata.

I commenti non sono chiusi.

Facebook