sabato 02 Marzo 2024,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “Ad Auschwitz c’era la neve. Ieri come oggi”

scritto da Redazione
Terracina. “Ad Auschwitz c’era la neve. Ieri come oggi”

“Lunedì prossimo – afferma l’assessore Roberta Tintari 20 ragazzi delle scuole medie della nostra città andranno ad Auschwitz per un viaggio della memoria, nel 70° anno dal termine della seconda guerra mondiale. Un viaggio per visitare uno dei campi di concentramento nazista dove perirono milioni di ebrei e non solo. Un viaggio che è non vuole essere solo un momento di rilevante profilo culturale, ma anche un’occasione di forte coinvolgimento personale, perché la visita a uno dei campi di concentramento strategico per la “Soluzione finale della questione ebraica in Europa” genera in ogni modo una potentissima emozione e fa comprendere chiaramente il meccanismo industriale del genocidio”.
Visitatore, osserva le vestigia di questo campo e medita: da qualunque Paese tu venga, tu non sei un estraneo. Fa che il tuo viaggio non sia stato inutile, che non sia stata inutile la nostra morte. Per te e per i tuoi figli, le ceneri di Oswiecim valgono di ammonimento: fa che il frutto orrendo dell’odio, di cui ha visto qui le tracce, non dia nuovo seme, né domani né mai“.
“Queste – termina l’assessore Tintari – le parole che Primo Levi rivolge a coloro che decidono di recarsi in un campo di sterminio nazista. Un posto in cui bisognerebbe andare, almeno una volta nella vita, per vedere con i propri occhi ciò che è stato, per riflettere, per non dimenticare mai.
Auschwitz, quindi, come prova immortale del tentativo crudele di negare la dignità umana a gruppi considerati inferiori, portando al loro assassinio sistematico.
Oggi Auschwitz – Birkenau è un museo aperto al pubblico”.

Rispondi alla discussione

Facebook