sabato 02 Marzo 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Shoah: Museo Auschwitz,delegazione Latina consegna donazione. Cinquemila euro per videosorveglianza e una targa di amicizia

scritto da Redazione
Shoah: Museo Auschwitz,delegazione Latina consegna donazione. Cinquemila euro per videosorveglianza e una targa di amicizia

Un piccolo segno dell’Italia ad Auschwitz. All’interno di un edificio di sorveglianza del museo-campo diventato simbolo degli orrori del nazismo verrà affissa una targa che attesta il legame con Latina. La scritta, in italiano e polacco, recita: “La città di Latina in segno di amicizia e in nome della pace tra i popoli dona il proprio contributo per la sicurezza e il mantenimento del Museo di Auschwitz,  simbolo di memoria“.  Questo pomeriggio si è svolta la cerimonia di consegna della targa da parte dell’amministrazione di Latina. Alla base della donazione, di circa cinquemila euro, spiega il sindaco Giovanni Di Giorgi, c’è “un appello fatto nel corso dell’ultima visita al museo di Auschwitz dal vice-direttore del museo stesso per ricevere contributi da destinare al miglioramento del servizio di sicurezza e videosorveglianza del sito, più volte in balìa di ladri e vandali. La città di Latina ha accolto questo appello”. A fine 2009 fu rubata la storica insegna all’ingresso del campo “Arbeit macht frei” (Il lavoro rende liberi),  poi ritrovata dopo pochi giorni, spaccata in tre parti, nel nord della Polonia. Il furto provocò un’ondata di sdegno e una condanna internazionale.
Oggi, al Museo Auschwitz-Birkenau stanno prendendo parte all’iniziativa, tra gli altri: una delegazione del comune del basso Lazio, partita dall’Italia per l’occasione; il vice-direttore del Museo Andrzej Kacorzyk (responsabile educazione); il vice direttore Rafal Pióro (responsabile per la sorveglianza). “Oggi è l’occasione per potervi ringraziare per l’appoggio dato al museo”, dice Pióro. E Kacorzyk gli fa eco: “Spero di poter sviluppare nel futuro la cooperazione educativa e anche quella legata alle mostre”. Di Giorgi conclude: “Siamo contenti che abbiate scelto di lasciare un ricordo che rimarrà nella storia del rapporto di amicizia e collaborazione tra Latina e il museo”.

Rispondi alla discussione

Facebook