venerdì 10 aprile 2020,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

News

Ξ Commenta la notizia

Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

scritto da Redazione
Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti
SANITÀ, PORRELLO (M5S LAZIO): SU RETTE RSA CITTADINI E COMUNI IN DIFFICOLTÀ
Nel Lazio la popolazione anziana aumenta ogni giorno, allo stesso ritmo in cui Zingaretti le smantella i servizi. La questione delle rette per le RSA non è una priorità per Zingaretti ma è cruciale per quelle migliaia di famiglie che non possono permettersi, per il livello di ISEE applicato nel Lazio, il ricovero di un proprio famigliare presso una struttura residenziale. Non va dimenticato inoltre che con l’ultimo assestamento di Bilancio Zingaretti ha tagliato, in forma retroattiva, i finanziamenti ai comuni per il pagamento delle rette delle residenze sanitarie per anziani dall’80% al 16%, una decisione che sta mettendo in ginocchio le finanze di numerosi comuni, come certificato dalle molte lettere inviate dai sindaci agli uffici regionali.I dati sono allarmanti e il confronto con le altre regioni impietoso, quindi abbiamo sviluppato una proposta che sottoporremo all’aula attraverso una mozione. Chiediamo a Zingaretti, come commissario ad acta e Presidente, di attivarsi per rimodulare gli scaglioni o le soglie ISEE che regolano le tariffe di ricovero basandosi su quanto espresso nelle sentenze del TAR. Tristi episodi di cronaca rendono inoltre necessario che le ASL competenti esercitino gli opportuni controlli sulla qualità delle prestazioni rese dalle strutture residenziali escludendo i doveri di integrazione delle prestazioni da parte dei degenti o familiari“. Lo dichiata, in una nota, Devid Porrello, capogruppo del M5S Lazio.


INCENDIO SAN CAMILLO, PALOZZI (FI): “FATTO GRAVE E ZINGARETTI TACE”
Reputo molto grave l’incendio, divampato quest’oggi al Padiglione Maternità presso l’ospedale San Camillo, e dobbiamo tirare un sospiro di sollievo se non si sono registrati feriti. Quanto accaduto dimostra lo stato di fragilità e di insicurezza, in cui vive quotidianamente il grande nosocomio della Capitale ed è assai allarmante che il presidente Zingaretti non abbia ancora proferito parola sul rogo del San Camillo. Sarà mia cura, dunque, depositare nelle prossime ore una interrogazione urgente al fine di conoscere la posizione del governatore del Lazio sull’annosa vicenda del San Camillo e sulle condizioni di sicurezza del presidio capitolino”. Così il consigliere regionale FI, Adriano Palozzi


Roma: Calabria (FI) a Giachetti, pensi a disastri sinistra, non a nostro candidato
Vediamo un Roberto Giachetti molto attento a monitorare le vicende del centrodestra. Sarebbe più opportuno si concentrasse sul modo in cui porre rimedio ai disastri che ha lasciato Marino e alle pessime condizioni della città dopo due anni di Pd. Perché nonostante tutti gli sforzi dei dem per farlo dimenticare, i romani sanno che l’amministrazione Marino è targata Pd“. Lo dichiara la deputata di Forza Italia Annagrazia Calabria. “Mentre le primarie dividono la sinistra, come già accaduto a Milano, noi siamo concentrati nel proporre ai romani il programma migliore possibile, che riporti la Capitale al posto che merita“, conclude.


Gian Marco Centinaio, Senatore della Lega Nord e Commissario romano di ‘Noi con Salvini’, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).
Riguardo la proposta di Fratelli d’Italia di candidare Rita Dalla Chiesa come sindaco di Roma per il centrodestra. “Per noi è destabilizzante quello che sta accadendo –ha affermato Centinaio-. Noi ieri siamo andati a cena pensando che FDI aveva messo sul tavolo la candidatura di Rampelli e poi al tg veniamo a sapere della candidatura della signora in questione (Dalla Chiesa, ndr). Non la nomino perché noi non la conosciamo. Lei ha detto che deve parlare con Meloni e Berlusconi, dobbiamo capire se anche noi abbiamo la dignità di sederci a quel tavolo e decidere insieme a loro oppure se vogliono fare tutti da soli. Non abbiamo neanche avuto il tempo di dire se Rampelli ci piaceva o meno, è stato fatto subito un altro nome. Poi magari dopodomani proporranno qualche soubrette. In Forza Italia sono tutti allibiti per la proposta di Dalla Chiesa. E’ un nome che è uscito dal cilindro e nessuno sapeva niente. Secondo me è un modo per tenere lontani gli elettori del centrodestra. Noi siamo calati dalle nebbie a Roma per parlare di politica, per cercare di vincere e di governare. Marchini poteva essere un interlocutore, se la proposta è seria e vincente, noi ragioniamo su chiunque. Da quando siamo arrivati stiamo vedendo lanci di nomi random, senza capire se davvero si vuole puntare sui nomi in questioni. I nomi di Bertolaso e Lotito che fine hanno fatto? Anziché fare mille nomi, facciamo i seri e presentiamone uno”.
Noi -ha aggiunto Centinaio- abbiamo un’occasione storica come centrodestra romano. C’è un Pd che ha fatto vedere di non essere in grado di governare, c’è il M5S che non vuole vincere le elezioni, lo dimostra la melina che sta facendo. Abbiamo la possibilità di far vedere che il centrodestra può essere vincente, il problema è che sembra non si vogliano vincere le elezioni. Io invece voglio un candidato serio e forte per vincere le elezioni, però si devono muovere. Altrimenti si candidino loro, io non voglio prendere in giro i romani. Il centrodestra deve smetterla di atteggiarsi in questo modo. Il nostro atteggiamento è stato quello di dire che ci affacciamo per la prima volta a Roma, ci sono partiti come FDI che hanno più esperienza di noi nell’affrontare la politica a Roma, che è diversa dal resto d’Italia a livello politico. Noi ci siamo avvicinati in punta di piedi, essendo rispettosi delle scelte altrui. Essere rispettosi però non vuol dire essere pirla. Magari prendendo sberloni come questi ci stiamo rendendo conto che l’atteggiamento deve essere diverso. E’ vero che Rita Dalla Chiesa è molto diversa da noi, ma se lei fosse il candidato giusto per vincere le elezioni e governare bene questa città, io la sosterrei alla morte. Ma io intanto mi chiedo: Rita Dalla chiesa è davvero il candidato? Se sì, sediamoci e parliamone. Altrimenti domani mi alzo e propongo Bracconeri o qualsiasi altro personaggio dello spettacolo che viva a Roma. Facciamo come quando Berlusconi propose Lotito e io dissi: voglio le primarie tra Paolo Di Canio e Bruno Conti”.


ATAC, PALOZZI (FI): “PANNELLO BUS SU PASSEGGERO? ENNESIMA “TEGOLA” SU TESTE PENDOLARI”
Pannello bus della linea 061 su passeggero? Ennesima “tegola” sulle teste pendolari. Solidarietà al ragazzo ferito”. Così su twitter, come riporta una nota, il consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della commissione Trasporti, Adriano Palozzi.


WELFARE: FAUTTILLI (DES-CD), BENE ITER PDL SU BENEFICI A CHI ASSISTE FAMILIARI DISABILI ENTRO L’ANNO VOTO IN COMMISSIONE
Sono stati avviati i lavori nel Comitato ristretto per l’esame della mia proposta di legge a favore dei lavoratori che assistono giorno per giorno propri familiari gravemente disabili. Ritengo che entro l’anno il testo possa essere votato in Commissione Lavoro della Camera per essere poi sottoposto all’esame dell’Aula“. Lo dichiara in una nota il deputato Federico Fauttilli (gruppo parlamentare “Democrazia Solidale-Centro Democratico”), primo firmatario della proposta di legge “Norme in favore dei lavoratori che assistono familiari gravemente disabili”.
Credo molto in questa battaglia – sottolinea Fauttilli -. Riconoscere almeno un beneficio previdenziale specifico a chi assiste continuamente un proprio familiare disabile al cento per cento è una scelta di giustizia sociale e solidale, oltre che di buon senso, fortemente attesa da chi ha sopportato e sopporta enormi sacrifici nella propria vita per assicurare l’assistenza ai familiari colpiti da gravi malattie. Si tratta di un tema di grande rilevanza sociale che non può più essere ignorata. Per questi motivi mi aspetto che vi sia la più ampia condivisione rispetto il valore sociale dei familiari che si assumono questo alto e nobile impegno”.


FOIBE, PALOZZI (FI): “TRAGICI EVENTI SCOLPITI NELLA MEMORIA COLLETTIVA”
Oggi si celebra la Giornata del Ricordo delle vittime delle Foibe per ricordare il tremendo eccidio di migliaia di italiani, uccisi tra il ’43 e il ’47 e gettati nelle cavità carsiche. Una tragedia barbara e triste, rimasta taciuta per cinquant’anni. È nostro dovere ricordare quegli orribili eventi, indelebilmente scolpiti nella memoria collettiva, e spronare la comunità a combattere contro ogni forma di disuguaglianza affinché la diversità sia un valore aggiunto anziché una discriminante”. Così, in una nota, il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+