lunedì 22 Aprile 2024,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

scritto da Redazione
Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

ROMA-LIDO, PALOZZI (FI): “MA DAVVERO ZINGARETTI VUOLE REGALARLA AI FRANCESI?”
Invece di attivarsi per sollecitare la risoluzione dei pesanti disservizi che attanagliano la Roma-Lido, ferrovia di proprietà della Regione e affidata ad Atac, il prode Zingaretti sembra preoccuparsi di più della cessione della linea a privati. Ma davvero il governatore del Lazio crede di poter regalare la Roma-Lido ai francesi della Ratp Dev? La società transalpina, infatti, nel giugno 2014 ha presentato un progetto di finanza per la ristrutturazione e gestione della linea ferroviaria, che trasporta giornalmente 90mila passeggeri. E questo progetto prevedrebbe l’utilizzo a titolo gratuito di beni del Comune di Roma e dell’Atac, quali treni, depositi e officine, nonché tutte le aree di pertinenza, senza un preventivo accordo. Se non è un esproprio questo, ci manca davvero poco. Il valore del progetto, inoltre, è di 447 milioni di euro, di cui 219 anticipati dalla Regione Lazio che poi darebbe altri 44 milioni all’anno per 4 anni e 78 milioni l’anno per i successivi 21. In base alla normativa vigente l’ente guidato da Zingaretti avrebbe dovuto valutare e rispondere sull’esistenza del “pubblico interesse” entro 90 giorni dalla presentazione del progetto. Invece, la Regione avrebbe concesso una proroga indefinita, convocando nel dicembre scorso una conferenza di servizi. A quanto pare, Comune di Roma, Atac e Ministero avrebbero già manifestato pareri contrari su questa operazione, sia perché violerebbe la normativa vigente, sia perché danneggerebbe economicamente Regione e Comune, contribuenti e utenti mettendo in pericolo posti di lavoro. Sarebbe il caso, dunque, che il presidente Zingaretti e l’assessore Civita, anziché fare i vaghi, chiarissero i contorni di questa vicenda e dicessero a chiare lettere cosa vogliono fare della Roma-Lido”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Trasporti, Adriano Palozzi.


COMUNALI A NETTUNO, FAZZONE-PALOZZI (FI): “NESSUNA IMPOSIZIONE. NOI APERTI AL DIALOGO”
Apprendiamo delle affermazioni, rilasciate a mezzo stampa dal coordinatore di Roma e del Lazio di Conservatori e Riformisti, Luciano Ciocchetti, in merito alle scelte di Forza Italia in vista delle elezioni comunali di Nettuno. Vorremmo ricordare all’amico Ciocchetti che Forza Italia non ha imposto alcuna candidatura a nessuno anzi, dopo una riflessione condivisa e democratica, con grande senso di responsabilità e per il bene dei cittadini, ha deciso di aprirsi all’esterno, alla società civile, aderendo all’autorevole proposta civica del candidato sindaco Rodolfo Turano. Un esempio di grande predisposizione al dialogo, quella di Forza Italia, che conferma il nostro impegno a costruire una coalizione ampia, coesa e forte. In questa direzione, dunque, auspichiamo che anche le altre forze di centrodestra, che si riconoscono in questi principi, vogliano aprire al dialogo costruttivo al fine di tracciare insieme un percorso che ci porti alla conquista del governo della città di Nettuno”. Così, in una nota congiunta, il coordinatore regionale FI, Claudio Fazzone, e il coordinatore FI per la Provincia di Roma, Adriano Palozzi.

Rispondi alla discussione

Facebook