lunedì 17 Giugno 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Roma&Lazio. La politica, le opinioni

scritto da Redazione
Roma&Lazio. La politica, le opinioni

PERSONALE. QUARZO (FI)”MARINO E NIERI FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CON I FORTI
«Il sindaco Marino e il vice Nieri si dimostrano deboli con i forti (i loro segretari e consulenti a centomila euro l’anno), e forti con i deboli (i dipendenti comunali a mille euro al mese).
Forse Ennio Flaiano pensava proprio a loro nella sua famosa frase “non sono comunista perché non ho i mezzi per potermelo permettere”. Lo dichiara il Capogruppo capitolino di Forza Italia Giovanni Quarzo.

PERSONALE. GRAMAZIO (FI)”MARINO SI DOVREBBE VERGOGNARE”
«Il sindaco Marino si dovrebbe vergognare per come ha gestito la vicenda del personale e del salario accessorio. Addirittura oggi ha anche disertato l’assemblea capitolina. Questa è soltanto l’ennesima riprova del suo fallimento e della sua inadeguatezza al ruolo che ricopre». Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Luca Gramazio.

COTRAL. AURIGEMMA (FI)«TAGLIA SERVIZI A UTENTI. RICHIESTO INCONTRO»
«Cosa sta succedendo a Cotral? Negli ultimi giorni l’azienda ha comunicato, attraverso note stampa, alcune modifiche del servizio di trasporto. Nello specifico, dal 9 giugno sarà sospesa la fermata di Via Tuscolana (altezza intersezione con Via Roccella Jonica in direzione Gra). Inoltre, con effetto immediato, in Provincia di Latina è stata sospesa una fermata a Sezze (Corso della Repubblica) e a Sermoneta (Via Le Pastine altezza stabilimento Mistral). Da ultimo, oggi è stata diffusa una nota con la quale si informa di alcune modifiche, che entreranno in vigore lunedi prossimo, per le corse in partenza da Roma Tiburtina con transito su Via Salaria. Si tratta di decisioni che, comprensibilmente, rischiano di creare forti disagi alla cittadinanza. Anche perché, rileviamo un aspetto inusuale anche nel metodo e nella forma. Infatti, molte di queste decisioni (come Sezze e Sermoneta) hanno effetto immediato, mentre altre modifiche entreranno in vigore entro pochi giorni dalla nota diffusa. Con il rischio, quindi, che molti passeggeri non abbiano avuto la possibilità di venirne a conoscenza. Perciò, ho ritenuto opportuno inviare una lettera ai vertici di Cotral, e per conoscenza al Presidente Zingaretti e all’assessore regionale alla mobilità Civita al fine di fissare un incontro, nel quale alla presenza di tutte le realtà interessate, l’azienda illustri il piano servizi e le sue finalità. Infine, risulta alquanto anomalo che queste comunicazioni siano state diramate a mezzo stampa, quando sarebbe stato più opportuno avviare una campagna di informazione capillare e precisa a piena tutela degli utenti». Lo dichiara il consigliere di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

AEROPORTO DI CIAMPINO, PALOZZI(FI): “TRAGEDIA SFIORATA. SICUREZZA DEL PASTINE ANCORA SOTTO I RIFLETTORI”
“Un fatto gravissimo, una tragedia sfiorata. Non ci sono altre parole per definire quanto accaduto ieri all’aeroporto di Ciampino, dove un velivolo della Ryanair, parcheggiato in pista a quanto pare senza i cosiddetti “tacchetti”, ha viaggiato per oltre 40 metri prima di finire la sua corsa contro un hangar. Si tratta davvero di un episodio fuori dal mondo e si deve ringraziare la sorte se alla resa dei conti non si sono registrati danni a persone. E da quanto si apprende da fonti stampa, sul caso starebbe indagando pure la magistratura che, su richiesta della compagnia aerea, avrebbe già aperto un fascicolo. In attesa di conoscere le reali dinamiche dell’incidente, questa brutta vicenda riaccende purtroppo i riflettori sulla sicurezza del Pastine, uno scalo – lo ricordo – altamente problematico, fuorilegge dal punto di vista dell’inquinamento acustico e caratterizzato da una mole di voli eccessiva ed esasperante per le popolazioni limitrofe. Sono anni che cittadini e Comuni di Marino e Ciampino lo urlano: è doveroso che l’aeroporto sia ricondotto nei limiti di legge. E bisogna fare presto. Non è ammissibile infatti che la Regione Lazio abbia impiegato tre mesi per convocare il tavolo tecnico dopo la bocciatura di un piano antirumore targato Adr a dir poco vergognoso. Stiamo remando tutti dalla stessa parte, Regione inclusa, per rendere la convivenza tra Pastine e cittadini la più tranquilla possibile ma Zingaretti, Civita e Refrigeri devono capire che è necessario stringere i tempi e spingere Aeroporti di Roma a stendere un piano di abbattimento del rumore sicuramente più convincente”. Così il consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Ambiente e Mobilità, Adriano Palozzi.

Rispondi alla discussione

Facebook