domenica 03 Marzo 2024,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Roma&Lazio. La politica, le opinioni …

scritto da Redazione
Roma&Lazio. La politica, le opinioni …

REGIONE, AURIGEMMA (FI)”COTRAL IN UTILE A DISCAPITO DI ATAC
«Apprendiamo da agenzie stampa dell’approvazione nel cda di Cotral del bilancio 2013, che per la prima volta – come riportato nella nota – chiuderebbe in utile. Da quanto si evince sempre dal comunicato, tutto ciò sarebbe stato possibile grazie: “è il frutto di una azione di risanamento che ha visto mettere in campo cospicui investimenti da parte della regione Lazio”. Se ciò corrispondesse a verità, sarebbe un fatto gravissimo utilizzare due pesi due misure, e per la precisione dare cospicui finanziamenti a Cotral e tagliarne altrettanti ad Atac: azienda che a differenza della prima gestisce circa il 60% dell’intero trasporto pubblico regionale.
Quindi, se per Cotral possiamo essere soddisfatti – seppur solo in parte, visti i numerosi tagli alle linee e ai depositi – dall’altro siamo molto preoccupati della situazione finanziaria di Atac. Azienda, questa, che effettua il servizio di trasporto pubblico non solo per i cittadini della capitale, ma anche per tutti i cittadini della Regione che ogni mattina vengono a lavorare a Roma. Non riusciamo a capire perché il presidente Zingaretti si comporti in modo incoerente, finanziando con cospicue risorse una azienda (Cotral) a discapito di una azienda altrettanto importante come Atac, che ad oggi è a rischio fallimento. Basti pensare che sui 575 milioni che la regione Lazio ha destinato al trasporto pubblico regionale, neanche il 20% viene destinato ad Atac che è una azienda – ripetiamo – che effettua il 60% dell’ intero trasporto regionale». Lo dichiara il consigliere di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.

REGIONE. GRAMAZIO (FI) «ZINGARETTI INCOERENTE, CONTINUA CON PERSONALE ESTERNO»
«Zingaretti esulta per aver fissato limiti alle retribuzioni dei manager delle società regionali. Però continua a ricercare personale esterno, stavolta per l’affidamento dell’incarico di dirigente area ciclo integrato rifiuti. E questo si aggiunge alle numerose consulenze e nomine distribuite in questi quindici mesi, molto spesso rivolte a ex politici trombati di centrosinistra. Tutto ciò ovviamente, oltre a mortificare i dipendenti interni, graverà sulle tasche dei cittadini. Da Zingaretti un comportamento incoerente che rasenta quasi il ridicolo». E’ quanto dichiara il capogruppo FI della Regione Lazio, Luca Gramazio.

RIFIUTI, QUARZO (FI) «ANCHE MUNICIPI INIZIANO A RENDERSI CONTO INADEGUATEZZA MARINO»
«A Roma regna il degrado. Soprattutto le periferie, sono abbandonate a loro stesse e invase dai rifiuti. La situazione è talmente seria e preoccupante che stavolta a lanciare il grido d’allarme è il presidente del XV Municipio Torquati, dello stesso partito del Sindaco. Tutto ciò dimostra come sia proprio lo stesso centrosinistra a rendersi conto di quanto sia inadeguata quest’amministrazione. Un Sindaco, sempre più solo e sempre più in estrema difficoltà. Finisca qui questa esperienza che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più imbarazzante». Lo dichiara il Capogruppo capitolino di Forza Italia Giovanni Quarzo.

RIFIUTI. LELI (FI)”ANCHE TORQUATI RICONOSCE FALLIMENTO MARINO”
Abbiamo raggiunto il punto di non ritorno, abbiamo appena superato le ‘colonne d’Ercole’ del ridicolo: il Presidente del più grande Municipio di Roma, Daniele Torquati, mini-sindaco del XV, deve usare l’arma del comunicato stampa per chiedere pubblicamente aiuto al proprio sindaco (Ignazio Marino) e al proprio assessore capitolino all’Ambiente (Estella Marino) sulla questione rifiuti“.
Lo comunica in una nota Vincenzo Leli, presidente del club Forza Silvio XV Municipio (Forza Italia).
Immondizie di ogni genere affollano i lati dei cassonetti di tante strade di Roma nord manco fossimo a Scampia – prosegue Leli – e tutto ciò mentre la discarica di Malagrotta va verso l’ennesima proroga e gli unici annunci che arrivano dall’alto sono malaugurate ipotesi, ancora non smentite ufficialmente, di impianti di trattamento rifiuti sui terreni di Radio Vaticana vicino Cesano“.
Questo quadrante della città è saturo di questa amministrazione di sinistra, proprio come sature sono le pattumiere dei quartieri, soprattutto periferici, del XV Municipio. Allora mi rivolgo personalmente al duo più noto del triste palcoscenico capitolino: i ‘Marinos’. Ignazio e Estella – conclude Leli fate un grande favore ai romani: dimettetevi prima che, per Roma, sia troppo tardi“.

Casa, Cantiani «Bene Lupi. Marino, dopo Alfano questa è la seconda…»
«Bene l’approvazione del dl Lupi. Un piano da quasi due miliardi di euro che, con fondi sull’affitto e morosità incolpevole, edilizia popolare con recupero degli alloggi inagibili ex Iacp, housing sociale e una rinnovata certezza del diritto per chi si vede occupare abusivamente la casa rappresenta un risultato fondamentale per tutto il Paese». Lo dichiara il consigliere di Roma Capitale Roberto Cantiani.
«Un successo – prosegue – soprattutto per realtà come Roma, dove l’emergenza abitativa, e le criticità ad essa connesse, rappresentano un problema innanzitutto sociale. Ancora una volta un segnale fondamentale per la Capitale. Che, tuttavia, non arriva dal Campidoglio bensì da un ministro della Repubblica. Marino segni: dopo il piano sicurezza di Alfano, questa è la seconda…»

CONSULENZE ESTERNE, PALOZZI(FI): “NUOVO INCARICO ALLA FACCIA DELLA SPENDING REVIEW”
Mentre, a meno di una settimana dal voto europeo e amministrativo, Zingaretti annuncia in pompa magna il tetto limite alle retribuzioni per gli amministratori delle società regionali, facendo passare per straordinario un step di spending review assolutamente atteso e doveroso, la sua giunta regionale con un avviso informativo, pubblicato sul Bollettino Ufficiale proprio in data odierna,conferma per l’ennesima volta la grande smania di consulenze esterne. Con atto di organizzazione n. G07289 la Regione ricerca professionalità per l’affidamento dell’incarico di dirigente dell’Area “Ciclo Integrato dei Rifiuti” della Direzione regionale “Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti” a soggetto esterno all’amministrazione regionale. Il bando di concorso, che segue una scia impressionante di dirigenze esterne, come al solito peserà sulle tasche delle famiglie del nostro territorio, ledendo al contempo la già calpestata dignità del nostro efficiente personale. Si tratta di un ulteriore, fastidioso smacco per i tartassati cittadini del Lazio, costretti a sopportare una tassazione elevatissima e servizi regionali deficitari, in primisquelli sanitari. Lo abbiamo affermato in tutte le salse e lo ribadiamo anche adesso: Zingaretti la smetta di fare l’arrogante, comprenda che le casse regionali non navigano nell’oro e la finisca di ricorrere a incarichi esterni inutili ed esosi”. Così il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi.

RIFIUTI, PALOZZI(FI): “BASTA SOLUZIONI TAMPONE. SERVONO PIANO E NORME SERIE”
“Sul tema rifiuti siamo alle solite, si avvicinano le scadenze e si torna a parlare dell’immondizia capitolina. Domani infatti scadrà l’ordinanza sindacale, che consente l’uso dei due tmb di Malagrotta e del tritovagliatore di Rocca Cencia e Marino pare intenzionato a reiterare quell’atto, nella speranza che il ministro Galletti si sbrighi ad emanare il promesso provvedimento di legge primaria, in sostanza un decreto che possa sbloccare la situazione consentendo a Regione e Comune di requisire gli impianti e farli gestire da terzi. Decreto che a quanto pare sbarcherà in consiglio dei Ministri solo giovedì, ossia il giorno seguente il termine dell’ordinanza sindacale. Mi duole costatare che davvero poco si è mosso dal tavolo a tre, datato prima metà di aprile, che vide Zingaretti, Marino e Galletti disquisire sull’emergenza rifiuti a Roma. Il presidente della Regione continua a tacere, dimostrando poca sensibilità istituzionale; il sindaco di Roma, in perenne modalità “scaricabarile”, persegue nel chiedere ciambelle di salvataggio per non far affogare la Capitale nell’emergenza. Mentre il ministro non affronta con la giusta sollecitudine una questione chiave per la nostra città. Sono mesi che lo dico: serve una decisa accelerazione di marcia, è necessario lavorare insieme su principi di trasparenza e responsabilità. I romani si sono rotti le scatole di convivere periodicamente con lo spettro dei rifiuti in mezzo allo strada e chiedono una programmazione finalmente concreta e risolutiva”. Così il consigliere regionale di FI e vicepresidente della Commissione Ambiente e Mobilità, Adriano Palozzi.

Rispondi alla discussione

Facebook