lunedì 15 Agosto 2022,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Rifiuti:”L’emergenza continua alimentata dall’inerzia e indecisione di Zingaretti”

scritto da Redazione
Rifiuti:”L’emergenza continua alimentata dall’inerzia e indecisione di Zingaretti”

“Tutto apposto e niente in ordine. Si può sintetizzare così il sistema di gestione dei rifiuti nella regione Lazio. Se ci limitassimo ad ascoltare l’intervento dell’assessore Valeriani in aula, nel corso del consiglio regionale straordinario odierno, richiesto dall’opposizione sul tema, l’emergenza rifiuti sarebbe stata risolta con efficienza ed efficacia da parte della giunta Zingaretti. Un intervento che, spiace sottolinearlo, continua solo ad evidenziare la distanza della maggioranza che governa il Lazio dalla realtà. E’ dal 2013 che attendevamo il miracolo. Nulla è stato fatto tanto è che, nonostante le richieste e le proposte avanzate dall’opposizione a mettere in campo atti più cogenti ed immediati che avrebbero risolto e, soprattutto, affrontato di petto l’emergenza in atto quello che è stato prodotto è mera filosofia. Non ultima l’approvazione della proposta di legge che disciplina gli Enti di governo di ambito territoriale ottimale per la gestione dei rifiuti urbani che si riduce a mero atto formale senza capacità di intervenire nel merito delle criticità che si trascinano da anni così come il piano dei rifiuti approvato ad agosto 2020. L’assessore Valeriani parla di scelte condivise da tutto il consiglio regionale contraddicendo quanto effettivamente accaduto. Come opposizione, come Forza Italia, abbiamo sempre chiesto di affrontare in modo straordinario, organico e continuativo il problema dei rifiuti. Ma i nostri interventi sono sempre stati bocciati. Viviamo in una fase di costante e massima allerta. I rifiuti stanno per strada. Non sono smaltiti correttamente e, purtroppo, continueranno a giacere in ogni angolo delle nostre città perché non esiste un sistema di gestione e smaltimento. Non ci sono le discariche in cui conferire. Come si pensa di assicurare il corretto smaltimento dei rifiuti se non si controlla e agisce? La giunta Zingaretti continua a navigare a vista nonostante le drammatiche situazioni che proprio dalla mancata gestione dei rifiuti scaturiscono. Un esempio su tutti? Bene ha fatto la Regione a nominare il commissario per la provincia di Latina. Ma ora deve dirci dove va realizzata la discarica, senza alibi, altrimenti si continuerà ad alimentare un circolo vizioso in cui nessuno decide e i cittadini pagano l’inerzia, la sommarietà e l’incapacità politico-amministrativa e programmatoria della regione che ha il dovere di intervenire ma lo ha mai fatto. Lo stesso gap sul trattamento dell’umido questa Regione non ha mai detto come intende colmarlo. Non si può pensare che ancora una volta, dopo il caso eccezionale di Roma, sia il Governo ad intervenire. La regione deve dirci nell’attesa della realizzazione del termovalorizzatore a Roma, essendo ottimisti ci vorranno almeno tre anni, i rifiuti dove li mettiamo? Stando la situazione oggi, come ieri, possiamo solo continuare a parlare di emergenza irrisolta. E la parola, oltre che la responsabilità di agire, passerà alla prossima legislatura con tutte le problematiche del caso”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale del Lazio Giuseppe Simeone

I commenti non sono chiusi.

Facebook