sabato 18 Maggio 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Priverno. La sanità dimenticata, “Consegnate le firme”

scritto da Redazione
Priverno. La sanità dimenticata, “Consegnate le firme”

Come da impegni assunti con la città, lo scorso mercoledì abbiamo consegnato nelle mani del Commissario Prefettizio Dott Polichetti la raccolta firme con la quale si chiede allo stesso Commissario di indire una assemblea pubblica alla presenza del Direttore Generale dell’Azienda Asl Latina. Un appuntamento, questo, che riteniamo indispensabile al fine di sentire dalla viva voce di chi governa l’azienda quale sia il destino futuro della sanità privernate e comprensoriale. Ribadiamo che Priverno, a nostro avviso, rimane l’unica città dove aveva sede un presidio ospedaliero di cui ad oggi non rimane chiara ed univoca la prospettiva futura di riconversione.
Dubbi questi che riteniamo non siano stati chiariti dalla recente approvazione dell’Atto Aziendale e del Piano Strategico Aziendale 2014/2016 dove, nell’ambito del Distretto n° 3, quello di cui la nostra città è parte, si dava per realizzata la Casa della Salute di Sezze-Priverno-Monti Lepini.
Cosa si intende per Casa della Salute Sezze-Priverno-Monti Lepini?
A Sezze la Casa della Salute è stata istituita formalmente.
Come si inserisce Priverno in questo quadro di programmazione?
Perche’ il cantiere di “Madonna delle Grazie” è ancora fermo e qual’è la tempistica della sua riapertura e del fine lavori?
A struttura terminata, con quale funzione, ruolo ed autonomia si pensa di inserirla nell’ambito della Casa della Salute di Sezze-Priverno-Monti Lepini?
Quesiti, questi, che intendiamo la città debba porre in una sede ufficiale e pubblica direttamente al Direttore generale dell’azienda Asl.
Questo è l’obiettivo che ci siamo posti con la raccolta firme.
Una iniziativa apolitica,apartitica ed aperta a tutti.
Non solo rispetto al tema della sanità, ma su tutte le grandi questioni amministrative aperte, riteniamo che le forze politiche, associative ed i comitati di quartiere abbiano il dovere di cominciare a ragionare in questi termini:senza steccati,senza appartenenze,ma COME CITTA’!
Ringraziamo quindi tutti gli amici dell’Associazione Priverno Città 2.0 per l’attività svolta e tutti coloro i quali hanno condiviso questo messaggio apponendo la loro firma. E parliamo di un numero elevatissimo di persone.
Il Commissario Dott Andrea Polichetti, al quale rivolgiamo il nostro sentito ringraziamento, ha accolto con estremo interesse questa iniziativa e da subito si è reso disponibile ad interagire con la Dirigenza Asl per indire tale appuntamento pubblico.
La nostra città ha il dovere morale di rialzarsi e di tornare ad essere artefice del proprio destino. TUTTI INSIEME.

Il Presidente dell’Associazione Priverno Città 2.0
Antonia di Legge
Fabio Martellucci

Rispondi alla discussione

Facebook