lunedì 24 Giugno 2024,

Eventi

Ξ Commenta la notizia

“Priverno e il turismo di ritorno…”

scritto da Redazione
“Priverno e il turismo di ritorno…”

“L’idea che gli italiani e i loro discendenti emigrati all’estero possano tornare in Italia da turisti è potente ed affascinante. Potente perché siamo di fronte a possibilità dai numeri enormi e affascinante perché realizzare il sogno di chi desidera tornare anche se solo per qualche giorno alle proprie origini, dà soddisfazione e senso al proprio impegno. Il turismo di ritorno è certamente una nuova e grande opportunità per i nostri territori che faticano ad emergere e che hanno bisogno, perciò, di idee e iniziative efficaci per la promozione delle loro eccellenze e per la costruzione di sistemi turistici e, più in generale, economici, a favore delle Comunità locali e dei territori dove queste insistono”. Cosi Anna Maria Bilancia, sindaco di Priverno, che con molto entusiasmo ha aderito alla Rete Destinazione sud, l’ente promotore del Progetto. I giorni 21 e 22 Gennaio 2023 a Viterbo e a Priverno, verranno attivati i Comitati Provinciali di Viterbo, Latina e Frosinone dell’iniziativa “2023 Anno del Turismo di Ritorno”.

A seguito degli incontri tenutisi tra il presidente della Rete Destinazione Sud Michelangelo Lurgi e i sindaci, gli stakeholder, gli opinion leader e le imprese del Lazio.

Venerdì 20 Gennaio 2022, a Viterbo, alle ore 16:00 si terrà l’assemblea costituente del Comitato Provinciale Viterbo dell’iniziativa Ritorno in Italia 2023-2028.

Il giorno successivo, sabato 21 Gennaio 2023, a Priverno (LT), alle ore 10:00 si terrà l’assemblea costituente del Comitato Provinciale Frosinone-Latina dell’iniziativa Ritorno in Italia 2023-2028

Gli incontri sono parte della programmazione del progetto 2023 Anno del Turismo di Ritorno, primo anno del programma quinquennale “Ritorno in Italia 2023-2028”, al quale oltre 50 comuni delle Province di Frosinone, Latina e Viterbo hanno già aderito formalmente con delibera e firmando il protocollo d’intesa con Rete Destinazione Sud, promotrice dell’evento.

Prenderanno parte all’evento rappresentanti delle Reti d’Impresa, Consorzi, Fondazioni, Imprese, Stakeholder, Opinion Leader, Giornalisti e rappresentanti delle istituzioni provinciali e regionali.

La Rete Destinazione Sud per supportare il progetto quinquennale ha costituito un Comitato Promotore Nazionale del quale fanno parte, ad oggi, oltre 650 Comuni in rappresentanza di tutte le regioni Italiane, al comitato hanno aderito inoltre province, fondazioni, associazioni nazionali, reti d’impresa, GAL, Comunità Montane, Aziende pubbliche di sviluppo regionale, Consorzi, Proloco, federazioni, la stampa, le Fondazioni ITS, network, centri universitari, centri di formazione, accademie, fondazioni degli emigranti, oltre alle associazioni degli italiani nel mondo di Argentina, Australia, Brasile, Canada, Stati Uniti, Uruguay. Le entità direttamente e indirettamente coinvolte in Italia e all’estero sono già ben oltre 10.000.

Il Progetto è un’iniziativa rivolta ai nostri connazionali residenti all’estero e agli oltre 80 milioni di connazionali di 2ª, 3ª e 4ª generazione che vivono all’estero.

L’Idea che muove il progetto è quella di rilanciare l’immagine dell’Italia e di promuovere il Paese attraendo turismo e investimenti, favorendo l’export, gli incontri commerciali e creando collaborazioni stabili con i nostri connazionali.

Per il 2023, l’obiettivo primario è creare la Community Mondiale degli Italiani del Mondo è dare vita a un Expo internazionale dell’italianità. Un evento diffuso in tutti i territori della Penisola, dove ogni Regione e ogni Comune, in sinergia con le imprese, potrà esporre le proprie eccellenze culturali, produttive, enogastronomiche e turistiche.

La riscoperta della propria Italianità e l’orgoglio delle proprie origini vuole essere il pretesto per invitare i nostri connazionali all’estero non solo a tornare in Italia per turismo, ma anche per invitarli a investire per rivitalizzare intere aree del Paese, creando lavoro e occupazione e valorizzando competenze e talento dei giovani italiani.

A Viterbo – Venerdì 20 Gennaio alle ore 16.00

Saluti

Alessandro Romoli Presidente della Provincia di Viterbo

Relazione

Michelangelo Lurgi Presidente Rete Destinazione Sud

Coordinatore Nazionale Ritorno in Italia 2023-2028

Interventi componenti del Comitato Promotore:

Luigi Franceschi Direttore Comitato Esecutivo Cethegus Scpa

Claudio Nardocci Presidente UNPLI Lazio

Virgilio Gay Soc. Coop. La Torre – Idee in Azione

Vincenzo Peparello Presidente CAT Sviluppo Imprese Viterbo

Conclusioni

Domenico Merlani Presidente della Camera di Commercio di Viterbo-Rieti

A seguire si terrà la Firma Protocolli, Interventi e Confronto con i Sindaci che hanno aderito con delibera al comitato promotore nazionale.

A Priverno – Sabato 21 Gennaio alle ore 10.00

Saluti

Anna Maria Bilancia Sindaco di Priverno

Relazione

Michelangelo Lurgi Presidente Rete Destinazione Sud

Coordinatore Nazionale Ritorno in Italia 2023-2028

Interventi

Luigi Franceschi Direttore Comitato Esecutivo Cethegus Scpa

Claudio Nardocci Presidente UNPLI Lazio

Quirino Briganti Presidente Compagnia dei Lepini

Lubiana Restaini Coordinatrice Consulta Piccoli Comuni ANCI Lazio

Conclusioni

Luca Di Stefano Presidente Provincia di Frosinone

Gerardo Stefanelli Presidente Provincia di Latina

Giovanni Acampora Presidente della Camera di Commercio di Frosinone-Latina

A seguire si terrà la Firma Protocolli, Interventi e Confronto con i Sindaci che hanno aderito con delibera al comitato promotore nazionale

Per la Provincia di Latina e Frosinone parteciperanno alla firma dei protocolli:

Domenico Guidi Sindaco di Bassiano

Alessandro Grossi Sindaco di Campodimele

Giovanni Fantaccione Sindaco di Castrocielo

Mauro Bussiglieri Sindaco di Collepardo

Mauro Primio De Lillis Sindaco di Cori

Giuseppe VIllani Sindaco di Esperia

Francesco Piccirilli Sindaco di Falvaterra

Gianluca Taddeo Sindaco di Formia

Ferdinando Magnifico Sindaco di Lenola

Claudio Sperduti Sindaco di Maenza

Federico Carnevale Sindaco di Monte San Biagio

Andrea Dell’Omo Sindaco di Norma

Angelo D’Ovidio Sindaco di Pastena

Francesco Ambrosino Sindaco di Ponza

Anna Maria Bilancia Sindaco di Priverno

Angelo Pincivero Sindaco di Prossedi

Angelo Tomei Sindaco di Rocca Massima

Barbara Petroni Sindaco di Roccasecca dei Volsci

Paolo Fallone Sindaco di San Giovanni Incarico

Giuseppina Giovanoli Sindaco di Sermoneta

Lidano Lucidi Sindaco di Sezze

Luciano De Angelis Sindaco di Sonnino

Salvatore Vento Sindaco di Spigno Saturnia

Roberto De Vellis Sindaco di Strangolagalli

Fiorella Gazzellone Sindaco di Terelle

Giuseppe Caputo Sindaco di Ventotene

Vincenzo Iannetta Sindaco di Viticuso

“La sinergia tra pubblico e privato rappresenta un’importante arma per lo sviluppo delle aree interne e dei borghi al fine di garantire uno sviluppo sostenibile e duraturo. Il progetto Ritorno in Italia 2023-2028 può diventare una leva per il ripopolamento di questi territori mediante lo sviluppo di nuovi canali turistici finora inesplorati grazie anche alla possibilità di attrarre investimenti esteri.” Ha dichiarato il Presidente di Rete Destinazione Sud Michelangelo Lurgi.

I commenti non sono chiusi.

Facebook