lunedì 08 Agosto 2022,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Oggi dalla Regione Lazio

scritto da Redazione
Oggi dalla Regione Lazio

CASA. IL 15 FEBBRAIO INCONTRO MOVIMENTI-REGIONE LAZIO/VIDEO
I movimenti per la casa incontreranno i “massimi livelli della Regione Lazio” il 15 febbraio alle 14. Lo ha garantito l’assessore alla Casa Fabio Refrigeri nel corso di un colloquio telefonico con il leader dei Bpm Paolo Di Vetta. “L’impegno è importante se viene mantenuto“, ha commentato lo stesso Di Vetta, che ha promesso “una grande manifestazione di massa” per quella data.
L’assessore – ha poi aggiunto Di Vetta- ha garantito l’approvazione della delibera per l’emergenza abitativa entro febbraio. Sono i primo timidi segnali di attenzione. Per questo motivo possiamo lasciare questa chiesa“.


MALAGROTTA, PORRELLO (M5S): BUSCHINI VENGA IN AUDIZIONE IN COMMISSIONE
Alla luce di quanto stabilito ieri nella conferenza Stato-Regioni in merito alla realizzazione di nuovi termovalorizzatori e alla riapertura del gassificatore di Malagrotta richiederò la convocazione dell’assessore Buschini in audizione nella commissione Ambiente. È necessario fare chiarezza, al di là delle ricostruzioni giornalistiche e della propaganda, e per noi membri di commissione è necessario comprendere le intenzioni della regione verso il progetto del governo nazionale per poter sviluppare una strategia che tuteli il Lazio dalla realizzazione di nuovi impianto ad altissimo impatto ambientale“. Lo dichiara, in una nota, Devid Porrello, M5s Lazio.
La lettera di Colari e quanto dichiarato dal ministro Galletti – aggiunge – fanno venire il dubbio che Civita e Refrigeri si siano spogliati volentieri delle deleghe per lasciare la patata bollente a Buschini, ma non vorremmo che il prezzo di questo scaricabarile fosse pagato, in termini economici e di salute, ancora dai cittadini della Valle Galeria e degli altri territori regionali che da decenni pagano lo scotto di una fallimentare politica di gestione dei rifiuti.
Gruppo Consiliare M5S Regione Lazio


COMUNALI. STORACE: CONVERGERANNO SU MARCHINI, PRIMARIE DI CASTA
Fanno tutti gli offesi perché candidarsi sembra un reato di lesa maestà. Ma se non avessimo alzato il conflitto, del tema delle primarie non se ne sarebbe parlato affatto. Purtroppo stanno cercando di giocarci un po’ con queste primarie all’amatriciana, e non all’americana, facendo partecipare i delegati di diritto ai congressi, ovvero la casta della casta, al fine di convergere su Marchini. Buffo costringere gli elettori di centrodestra a scegliere tra due candidati di sinistra come Giachetti e Marchini“. Così il candidato sindaco e leader de La Destra, Francesco Storace, nel corso di un’intervista a Radio dimensione suono Roma.


SANITÀ. CENTRO REGIONALE SANGUE DAL SAN CAMILLO AL SANT’ANDREA. DECRETO ZINGARETTI. SARÀ DIRETTO DA STEFANIA VAGLIO IN TRIENNIO 2016-2018
Il Centro Regionale Sangue sarà ospitato all’interno dell’azienda ospedaliera Sant’Andrea. A dirigerlo, per il triennio 2016-2018, sarà la professoressa Stefania Vaglio. E’ quanto prevede il decreto n. 24 del 3 febbraio siglato dal commissario ad acta e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
Il provvedimento modifica il precedente decreto del 5 agosto 2015 che configurava il Centro Regionale Sangue presso il San Camillo-Forlanini e dispone che il nosocomio romano, dove è attualmente collocato il Centro, provveda a trasferire al Sant’Andrea le risorse finanziarie finora erogate dalla Regione con fondi regionali e statali. Il Centro farà parte del Servizio di Immunoematologia e Medicina trasfusionale del Sant’Andrea.
Lo scorso 25 novembre Zingaretti visitò il nuovo Servizio, realizzato in 160 giorni grazie al finanziamento complessivo di quasi 600 mila euro da parte della Regione Lazio. Il nuovo reparto ha 5 postazioni per la donazione del sangue e 2 postazioni dedicate alla plasmaferesi ed è dotato di tutte le apparecchiature necessarie alla autonomizzazione delle attività emotrasfusionali.


CASA, REFRIGERI: ENTRO FEBBRAIO DELIBERA ATTUATIVA SU EMERGENZA ABITATIVA
Entro la fine di febbraio approveremo la delibera attuativa sull’emergenza abitativa. In questo senso continuano gli incontri con sindacati, forze sociali, movimenti, insieme al Comune di Roma. Da parte della Regione Lazio c’è tutta la volontà di portare a compimento l’iter della delibera volta a rendere operativo il piano di emergenza abitativa da attuarsi nella Capitale; un piano varato ormai da due anni dalla Giunta regionale“. Lo dichiara in una nota Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative ed Enti locali della Regione Lazio.
Sin da allora, offrendo strumenti economici concreti, la Giunta ha affrontato il tema assumendo il ruolo politico della vicenda, e senza mai interpretare la problematica come mera questione di ordine pubblico. – continua Refrigeri – Al contempo, come i fatti dimostrano, l’Amministrazione regionale non ha mai avallato alcun comportamento che esulasse da quanto previsto dalla legge. I buoni risultati conseguiti in tutte le province del Lazio, laddove il piano è stato applicato dagli Enti locali, dimostra che la sua riuscita richiede uno sforzo complessivo di tanti attori. Sono convinto che oggi, per Roma, sia il momento di rendere attuabile uno strumento, inesistente sino a due anni fa, e che ora chiede solo una messa a punto ed un’azione conseguente per la Capitale“.

Rispondi alla discussione

Facebook