sabato 11 luglio 2020,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Notizie da via della Pisana

scritto da Redazione
Notizie da via della Pisana

Commissione Bilancio: ok al Rendiconto generale della Regione 2014
La commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio e programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd), ha dato parere favorevole, a maggioranza, al Rendiconto generale della Regione Lazio per l’esercizio finanziario 2014 (proposta di legge regionale n. 302).
Dal dibattito odierno, seguito alla illustrazione della relazione al Rendiconto generale dell’assessore alle Politiche del bilancio, patrimonio e demanio, Alessandra Sartore, avvenuta giovedì scorso, sono scaturite alcune istanze, fra le quali la richiesta di Pietro Sbardella (Gruppo misto) di dedicare un’intera giornata di Aula al consuntivo dei conti regionali. Dallo stesso consigliere, da Valentina Corrado (M5s) e Francesco Storace (la Destra) inoltre, la richiesta di tornare a discutere l’assestamento di bilancio in Consiglio e di non procedere solo con variazioni approvate dalla Giunta. Richiesta accolta senza problemi da Sartore, a patto, ha detto “che non si spenda di più“.
I numeri del Rendiconto 2014: le entrate di competenza accertate ammontano a 33,18 miliardi di euro; le spese complessivamente impegnate ammontano a 31,14 miliardi di euro. Il rendiconto 2014 si chiude con un disavanzo sostanziale pari a 3,88 miliardi di euro, determinato aggiungendo al risultato di amministrazione il fondo crediti di dubbia esigibilità, l’accantonamento dei residui perenti e la parte vincolata. Secondo il giudizio di parifica della Corte dei Conti, il disavanzo 2014 è di circa 11 miliardi di euro.
I lavori della commissione Bilancio riprendono nel pomeriggio con l’esame della legge di stabilità 2016 (Proposta di legge n. 307) e del bilancio di previsione della Regione Lazio 2016-2018 (Proposta di legge n. 308).
Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato stabilito in venerdì 18 entro le ore 17 mentre lunedì 21 alle ore 12 quello per i subemendamenti.
Domani mattina alle ore 10 sono fissate le audizioni con i sindacati e le associazioni di categoria.
E’ stato altresì stabilito il calendario per domani delle audizioni con gli assessori della Giunta regionale in Commissione. Si inizia alle ore 14,30 con l’assessore al Lavoro, Lucia Valente, per proseguire a cadenze di mezz’ora ciascuno con l’assessore Formazione, Ricerca, Scuola e Università, Massimiliano Smeriglio, vice presidente della Giunta; Lidia Ravera per la Cultura e le politiche giovanili; Rita Visini, per le Politiche sociali e sport; Michele Civita per le Politiche del territorio, mobilità e rifiuti; Sonia Ricci, assessore Agricoltura, caccia e pesca; Concettina Ciminiello per le Pari Opportunità, autonomie locali e sicurezza; Guido Fabiani per lo Sviluppo economico e attività produttive; per finire con l’audizione dell’assessore alle Infrastrutture, politiche abitative e ambiente, Fabio Refrigeri, prevista per le ore 18,30.


Audizione sull’impianto Nestlé di Ferentino
Nella seconda metà di gennaio la Nestlè Italia sarà invitata in VIII commissione al Consiglio regionale del Lazio. Ad annunciarlo è stato il consigliere Mario Abbruzzese (Pdl-FI), al termine dell’audizione di questa mattina alla Pisana da lui presieduta. Al centro della seduta di oggi c’erano le notizie su una trattativa per una joint venture tra R&R Ice Cream e la Nestlè, che ha a Ferentino, in provincia di Frosinone, uno stabilimento per la produzione di gelati. Qualora la trattativa vada in porto, c’è interesse a conoscere il piano industriale e le ricadute posivite sul territorio.
Il direttore Corporate Affairs della sede di Assago della multinazionale svizzera, Manuela Kron, ha spiegato attraverso un’email i motivi per cui Nestlè Italia non ha potuto partecipare all’audizione di questa mattina (l’ipotesi di joint venture è seguita dalla sede centrale), aggiungendo che sarebbe stato meglio ipotizzare una data nella seconda metà di gennaio. La notizia della trattativa in corso – e non ancora definita – nel settore dei gelati di Nestlè con un altro soggetto imprenditoriale era emersa nel corso di una riunione dei vertici aziendali al ministero dello sviluppo economico del 7 ottobre scorso.
Alla seduta di oggi alla Pisana hanno invece partecipato i consiglieri regionali Silvana Denicolò (M5s) e Giancarlo Righini (FdI). Sono intervenuti rappresentanti di Cisl, Uil, Cgil, Ugl, il direttore del consorzio per lo industriale di Frosinone Massimiliano Ricci e il sindaco di Ferentino e presidente della Provincia, Antonio Pompeo. Abruzzese ha tenuto a chiarire che la funzione dell’istituzione regionale, accanto ai sindacati, è quello di seguire il processo in chiave positiva e non allarmistica, in modo che possano arrivare benefici all’economia del territorio.


GECOWEB, AURIGEMMA (FI): ZINGARETTI COMUNICHI QUANTO ENTITÀ SPESE
La tanto invocata rivoluzione della trasparenza di Zingaretti, che inizialmente doveva essere uno dei suoi cavalli di battaglia, adesso sta diventando uno dei suoi più grandi bluff. Sul lancio di Gecoweb, condivido la necessità che Zingaretti ci comunichi l’entità delle spese di oggi, perché se dovesse essere confermata la cifra di 25mila euro solo per la location, per circa 90 minuti di conferenza stampa, tutto ciò rappresenterebbe l’ennesimo errore, un ulteriore sperpero di denaro da parte di quest’amministrazione. E sarebbe un’altra beffa per i cittadini del Lazio, che da un lato sono i più tartassati d’Italia, costretti a pagare l’irpef alle stelle, e dall’altro la Regione spende cospicue risorse per le sue iniziative-spot“. Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma.


REGIONE, STORACE: “GECOWEB, 50MILA EURO PER RIMPATRIATA SONO FOLLIA”
Ha talmente ragione Malcotti che i costi dell’adunata di stamane raddoppiano se aggiungiamo il lussuoso Caterina. Cinquantamila euro per una rimpatriata a Lazioinnova sono oggettivamente una follia. È la metà della cifra frodata da banca Etruria ad un pensionato che si è ammazzato dopo una vita di sacrifici. Vergognoso!“. Lo scrive, in una nota, Francesco Storace, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio e segretario nazionale de La Destra, a proposito della denuncia del consigliere Luca Malcotti sul costo della kermesse Gecoweb.


AGRICOLTURA. ROSATI: BIOROMA SARÀ UN BRAND IMPORTANTE
Oggi è un’altra buona giornata, lo sviluppo di questa agricoltura di qualità, con zero chimica, consentirà a tante famiglie romane e del Lazio di comprare dei prodotti delle nostre aziende certificati a dei prezzi assolutamente ragionevoli, perché una delle nostre ambizioni è non solo di difendere le nostre aziende agricole e il loro valore aggiunto, ma fare in modo che si possano mangiare prodotti buoni e di qualità a prezzi popolari. Credo che BioRoma sarà un brand importante“. A dirlo è Antonio Rosati, amministratore unico di Arsial, intervenuto oggi alla presentazione di www.bio-roma.itwww.coopdom.com, i due nuovi siti su cui tutti potranno trovare e acquistare prodotti biologici e a marchio Dop, Igp, Doc, Docg e Igt.
L’iniziativa nasce grazie al progetto di promozione e pubblicita’ promosso dal consorzio Cisa e dall’Arsial. Parlando nella sede di Eataly di piazzale Ostiense, a Roma, Rosati ha aggiunto che “venerdì verrà inaugurata la base logistica a Pomezia alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Sonia Ricci, e del ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina. Noi, come Arsial, abbiamo contribuito e dietro a questo c’è anche un grande programma di educazione e di diffusione alimentare. I dati dicono che il biologico è in grandissima crescita, è già una grande realtà in Germania, in Gran Bretagna e in Francia, ci sono filiere importantissime. Questo è un grandissimo contributo all’ambiente. Ricordo che a Parigi è stato raggiunto un accordo molto importante per la sostenibilità ambientale del nostro pianeta. L’agricoltura biologica è uno dei pezzi fondamentali di questo accordo“. Naturalmente, ha poi aggiunto Rosati, “con questa azione contribuiamo a creare lavoro, perché dietro a questo marchio c’è una distribuzione a domicilio, una base logistica, un sito. E ci sono le aziende agricole che possono sviluppare e migliorare la loro produzione. Dunque, una cosa importante e utile, perché tante famiglie possano accedere e comprare i prodotti di altissima qualità a un prezzo ragionevole. Creiamo lavoro, ricchezza, sosteniamo le nostre aziende. E’ la nostra missione“.


REGIONE, MALCOTTI: GECOWEB, SPESE PAZZE PER 90 MINUTI CON ZINGARETTI
Spese pazze per 90 minuti con Zingaretti. Presenterò un’interrogazione all’assessore Fabiani per conoscere tutti i costi della presentazione di Gecoweb, la nuova piattaforma informatica gestita da Lazio Innova, avvenuta presso il locale La Lanterna Rome. Una conferenza stampa di un’ora e mezza che, a quanto abbiamo potuto apprendere, di solo affitto per la location è costata quasi 25 mila euro, quindi 250 euro al minuto ai quali vanno aggiunti i costi del catering, varie ed eventuali. Chiederò con la mia interrogazione il dettaglio delle spese sostenute per un evento che nel suo tweet mattutino Zingaretti ha celebrato come esempio di trasparenza, evidentemente un caso di involontario umorismo“. È quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Luca Malcotti.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+