lunedì 17 Giugno 2024,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Latina. Per l’amministrazione Celentano investire nei nidi non è una priorità

scritto da Redazione
Latina. Per l’amministrazione Celentano investire nei nidi non è una priorità

«Aver mancato l’opportunità rappresentata dal bando sugli asili nido è un errore imperdonabile, perché quel finanziamento di oltre 4 milioni di euro avrebbe potuto far fare un grande passo avanti a un servizio che lascia tantissime famiglie fuori dalle graduatorie». Lo ribadisce il gruppo consiliare del Partito democratico dopo la conferenza stampa in cui il vicesindaco Massimiliano Carnevale e l’assessora all’Istruzione Francesca Tesone hanno spiegato i motivi della mancata partecipazione del Comune di Latina al bando del Ministero.

In sede di conferenza gli assessori hanno sostenuto che “compito di una maggioranza non è prendere tutto quello che c’è senza criterio, ma valutare se un obiettivo è raggiungibile”.  «Sono parole che lasciano sconcertati – affermano i consiglieri Campagna, Fiore e Majocchi – in quanto fanno intendere chiaramente che l’opportunità di realizzare altri 180 posti nei nidi con fondi PNRR non rientrava tra le priorità dell’amministrazione».

«Queste dichiarazioni – continuano i consiglieri del Pd – sono una resa, l’ammissione dell’incapacità di raggiungere un obiettivo e di individuare le priorità giuste per la città. Le motivazioni fornite in conferenza stampa, ovvero “tempi stretti e uffici già oberati”, sono insufficienti e disarmanti. Come hanno fatto gli altri Comuni a partecipare? I tempi per la presentazione della domanda erano corti per tutti e anche il problema della carenza di personale interno non riguarda solo il nostro Comune. L’amministrazione Celentano è al governo da un anno: alla luce delle opportunità legate al PNRR e attive in questo momento storico, non in futuro, avrebbe dovuto prevedere assunzioni a tempo determinato con risorse aggiuntive dedicate proprio a questo progetto. Ciò che invece emerge e preoccupa è un’incapacità gestionale da parte di questa amministrazione che si ripercuoterà negativamente sul futuro della città».

La consigliera Fiore, intanto, ha inviato una nota all’assessora Tesone chiedendo di trasmetterle nuovamente la risposta all’interrogazione, non avendo rinvenuto alcuna pec nella propria casella di posta. «Successivamente – concludono i dem – chiederemo l’approfondimento in commissione Trasparenza, già preannunciato».

I commenti non sono chiusi.

Facebook