sabato 13 Aprile 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Gaeta. Leccese “Obiettivo sicurezza stradale”

scritto da Redazione
Gaeta. Leccese “Obiettivo sicurezza stradale”

Al via i lavori in Piazza Mazzini per la sicurezza stradale e la riqualificazione dell’area. Obiettivo prioritario dell’intervento, che si concluderà  nell’arco di un mese, la messa in sicurezza della viabilità pedonale e veicolare nel tratto di Piazza Mazzini ed in corrispondenza degli ingressi dell’ex Piazzale delle Ferrovie.
Problemi sia per il traffico veicolare che per i pedoni hanno sempre caratterizzato  la zona in questionesostiene l’Assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccesela configurazione esistente presenta un unico varco per l’entrata e l’uscita delle vetture, quello di Via del Piano, ciò sistematicamente crea ingorghi. Con i lavori in corso ci proponiamo di aprire un secondo varco per consentire l’ingresso e l’uscita dei veicoli attraverso aree differenti. Massima attenzione è posta alla sicurezza del transito pedonale e alla piena fruibilità della zona, grazie alla realizzazione di marciapiedi e all’abbattimento delle barriere architettoniche”.
Non solo sicurezza  per i pedoni e gli automobilisti, ma anche riqualificazione: “Importante mettere mano all’arredo urbanoprecisa l’Assessore Leccese  – uniformando, in relazione e alle cromature e ai materiali utilizzati, l’area di Piazza Mazzini al vicino  Corso Cavour”.
L’amministratore rassicura i cittadini in merito al numero dei posti auto che non sarà modificato: “Nessun sacrificio sarà necessario in tal senso, poiché si procederà ad un’ottimizzazione dell’utilizzo dell’area retrostante la Piazza destinata a parcheggio. I lavori appena avviati insieme alla scala già realizzata, che consente il collegamento pedonale tra Piazza Mazzini e Via Garibaldi, contribuiranno non poco al miglioramento delle vivibilità e della sicurezza pedonale e carrabile della zona”.
L’opera, dal costo di circa 40.000 euro, é finanziata da fondi comunali ed è stata affidata alla Ditta “Magnatti Costruzioni” di Gaeta.

Rispondi alla discussione

Facebook