domenica 21 Aprile 2024,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Esperia: il Cosiglio comunale revoca la delibera per esternalizzare la gestione della farmacia comunale

scritto da Redazione
Esperia: il Cosiglio comunale revoca la delibera per esternalizzare la gestione della farmacia comunale

Il Consiglio Comunale di Esperia, riunitosi mercoledì 27 marzo, ha revocato la delibera di Consiglio n. 27 del 06.07.2023 avente per oggetto “esternalizzazione della gestione della farmacia comunale di Monticelli”. Revocando tale delibera, la maggioranza Villani ha volutamente cancellato la possibilità di affidare la gestione della farmacia comunale di Monticelli attraverso un altro bando pubblico. Per questo i Consiglieri comunali del gruppo “Esperia che Cambia” Angelolivio Del Gigante, Piero Di Prete, Patrizio Caporusso e Giuliano Di Lanna hanno espresso voto contrario. Tutto ciò nonostante il Sindaco Villani ha chiesto e ottenuto dalla Regione Lazio una proroga di sei mesi per la prelazione della farmacia comunale di Monticelli per espletare un altro bando!
Noi Consiglieri del gruppo “Esperia che Cambia” abbiamo votato contro perché, invece di togliere la possibilità di pubblicare un altro bando, l’Amministrazione avrebbe dovuto prepararne uno nuovo alle stesse condizioni favorevoli con cui intende affidare la gestione della farmacia ad un soggetto privato attraverso l’adesione al Co.i.fa.L., Consorzio Intercomunale delle farmacie pubbliche laziali di cui fanno parte i Comuni di Gaeta (LT), Bracciano (RM) e Castel Madama (RM).
Basti pensare che le somme che gravano sul Comune di Esperia, previste per l’avviamento e gli arredi della farmacia dovute all’ex titolare, nei due bandi pubblicati dal Comune ammontavano a circa 260.000 euro a totale carico del farmacista che si fosse aggiudicato la gestione della farmacia.
Con l’adesione al Co.I.Fa.L. , invece, le somme dovute ammontano a circa 128.000 euro (meno della metà previste nei bandi!).
Ma la cosa grave è che il socio privato anticiperà solamente i 128.000 euro che in realtà verranno pagati dai
cittadini di Esperia attraverso il mancato introito al Comune dei canoni dovuti per la farmacia nei primi 5 anni di gestione! Tutto questo si evince dalla richiesta di adesione che il Comune ha fatto al Co.I.Fa.L..
È accaduto quello che noi purtroppo temevamo da tempo! L’Amministrazione Villani ha indetto i bandi di novembre e di gennaio a condizioni inaccessibili per il mercato per poi affidare il servizio di gestione della farmacia comunale senza gara e a condizioni estremamente favorevoli, alla faccia della chiarezza e della trasparenza!!!
Infine noi Consiglieri del gruppo “Esperia che Cambia” non abbiamo partecipato al voto sulla delibera di Consiglio riguardante l’adesione al Co.I.Fa.L perché non ci sono stati consegnati gli allegati alla proposta di delibera che delineano i rapporti economici tra Comune e Consorzio in maniera chiara, un quadro economico riguardante la gestione della farmacia comunale che Esperia intende affidare, ecc.
Questioni di importanza rilevantissima visto che è proprio per la gestione della farmacia comunale che si aderisce al Co.I.Fa.L., Consorzio molto chiacchierato in passato da associazioni e partiti politici per la scarsa trasparenza nelle realtà in cui opera.
Tutto ciò dimostra la poca trasparenza tenuta dall’Amministrazione Villani in questa operazione! Noi siamo per la riapertura della farmacia di Monticelli, ma visto che si tratta di farmacia comunale, pretendiamo chiarezza e, soprattutto, trasparenza nell’interesse dei cittadini.

I CONSIGLIERI COMUNALI DEL GRUPPO “ESPERIA CHE CAMBIA”
ANGELOLIVIO DEL GIGANTE – PIERO DI PRETE – PATRIZIO CAPORUSSO – GIULIANO DI LANNA

I commenti non sono chiusi.

Facebook