martedì 23 Aprile 2024,

News

Ξ Commenta la notizia

Anagni: “il sindaco erede di Fiorito fa lo sciopero della fame”

scritto da Redazione

“Uscirò dal Comune solo quando si riaprirà il pronto soccorso dell’ospedale di Anagni”. E’ determinato il sindaco di Anagni (Frosinone), Carlo Noto, che questa mattina ha iniziato lo sciopero della fame per protestare contro la chiusura del Pronto soccorso del nosocomio cittadino. La chiusura dell’ospedale di Anagni, nei mesi scorsi, era stata bloccata da una decisione del Consiglio di Stato. Nelle ultime settimane la Asl di Frosinone ha ridotto alcuni servizi per mancanza di personale, prima della decisione comunicata ieri sulla chiusura del Pronto soccorso.  “E’ un’emergenza che si poteva evitare – aggiunge Noto, che di professione fa il medico –  perché la carenza di personale non esiste. Voglio vedere che cosa accade con il Pronto soccorso, altrimenti resterò qui. Se serve – continua- chiederò a un collega di sostituirmi nella mia attività professionale”. Il sindaco di Anagni,dopo la protesta a oltranza cominciata questa mattina, è stato convocato per lunedì prima dalla direzione generale della Asl, poi dal prefetto di Frosinone Eugenio Soldà. “Andrò all’incontro con la Asl insieme agli altri sindaci del comprensorio – dice ancora Noto – e cercheremo di far capire perché è necessario riaprire il Pronto soccorso in un territorio che ha settantamila abitanti con un’importante realtà industriale e turistica. Protestiamo per difendere il diritto alla salute dei cittadini di Anagni e dell’intero comprensorio”.

Rispondi alla discussione

Facebook