domenica 03 Marzo 2024,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Allarme UIL, a gennaio quasi 38 mila in CIG

scritto da Redazione
Allarme UIL, a gennaio quasi 38 mila in CIG

Gli effetti della crisi economica sui lavoratori del Lazio e le rispettive famiglie continuano a persistere e si aggravano ulteriormente con l’inizio del nuovo anno“. E’ l’allarme lanciato dalla Uil di Roma e del Lazio nel riferire “gli ultimi dati relativi alla cassa integrazione. i  lavoratori in cassa integrazione a zero ore, nel mese di gennaio, sono 37.952, con un aumento di 1684 unità rispetto al precedente mese di dicembre. Il quadro, se rapportato con il mese di gennaio 2012 risulta drammatico, con un aumento, nel corso del’ultimo anno, di circa 14.240 unità“.
Il segretario generale Pierpaolo Bombadieri spiega che “nell’ultimo mese, nel solo Lazio, le ore di cassa integrazione ordinaria sono aumentate del +9,7%, mentre quelle di straordinaria del +8,7%. Il trend negativo, in rapporto all’ultimo anno, assume una rilevanza ancora maggiore, con un incremento del 60,1% di ore di cassa integrazione rispetto al gennaio 2012. I comparti maggiormente colpiti risultano, a dimostrazione del persistere dei segnali negativi, quelli del commercio e dell’artigianato con aumenti percentuali rispettivamente del 221,9% e del 345,5%. Questi dati – continua Bombardieri – descrivono una situazione divenuta ormai insostenibile per i lavoratori e per il sistema economico del Lazio, e risulta necessaria, al più presto, l’attivazione di una serie di politiche attive del lavoro, in linea con le più importanti esperienze europee, in grado di garantire ed assicurare la dignità del lavoro e permettere una crescita sostenibile di questa Regione che, oltre alla crisi economica – conclude Bombardieri –  continua a pagare le scelte insensate dell’ultima amministrazione regionale“.

Rispondi alla discussione

Facebook