mercoledì 12 Maggio 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Acqualatina. Posto in opera il ponte-tubo per una nuova condotta idrica e fognaria nei Comuni di Formia e Gaeta

scritto da Redazione
Acqualatina. Posto in opera il ponte-tubo per una nuova condotta idrica e fognaria nei Comuni di Formia e Gaeta

Nel corso di questi giorni, il Gestore dell’ ATO4 Acqualatina e il Comune di Formia sono al lavoro per ultimare la prima fase di un importante progetto che vede la posa in opera di un ponte-tubo calpestabile contenente una nuova condotta idrica e una nuova condotta fognaria che serviranno i territori comunali di Formia e Gaeta.
La struttura, installata presso la darsena di Formia, è stata resa possibile da un cofinanziamento Regione Lazio-Comune di Formia di oltre 400mila euro e da un investimento di oltre 600mila euro garantito dal Gestore idrico.
Nel mese di novembre i lavori verranno ultimati e le condotte verranno rese operative con notevoli vantaggi per gli Utenti dei Comuni interessati.
Grazie all’attivazione della nuova condotta fognaria, infatti, sarà possibile stabilizzare e rendere definitivo il collegamento al depuratore comunale dello scarico fognario denominato “Fosso Cacone”. La nuova condotta, infatti, andrà a sostituire quella provvisoria approntata nel 2010 per arginare, nell’immediato, il problema degli scarichi fognari diretti a mare.
L’attivazione della condotta idrica, invece, permetterà di migliorare significativamente la pressione in rete, sia per l’area di Formia nord, sia per l’area sud del vicino Comune di Gaeta, grazie alla sua ampia portata.
È importante sottolineare che i suddetti lavori si inseriscono all’interno di un ancor più articolato piano di efficientamento della rete del Sud Pontino, che la Segreteria Tecnico Operativa dell’Ato4 e Acqualatina hanno avviato per far fronte alle annose criticità che caratterizzano quella parte di territorio.
Di questo piano fanno parte diversi interventi specifici come, ad esempio, il Recupero Dispersioni Fisiche, fortemente voluto dall’Ente d’Ambito, tanto è che la Segreteria Tecnico Operativa lo scorso 19 ottobre, al fine di attivare un percorso partecipato, ha anche indetto una prima riunione con i Sindaci dei Comuni interessati e con l’OTUC in rappresentanza degli utenti, per illustrare loro il piano-progetto ed il programma di lavoro.
L’obiettivo finale prefissato da Ente d’Ambito e Gestore è quello di procedere a una progressiva diminuzione dei volumi d’acqua dispersa lungo la rete di distribuzione a causa della vetustà della rete e della complessità degli schemi acquedottistici ereditati, migliorando, così, di netto, il servizio fornito alle Utenze.
Il Gestore trova doveroso scusarsi con tutti i cittadini per le interferenze alla viabilità che i suddetti interventi stanno comportando in questi giorni.

Rispondi alla discussione

Facebook