venerdì 18 Giugno 2021,

Regione

Ξ Commenta la notizia

A Expo un convegno dedicato alla eccellenze agrospaziali del Lazio

scritto da Redazione
A Expo un convegno dedicato alla eccellenze agrospaziali del Lazio

A Expo un convegno dedicato all’agrospazio e alle eccellenze agrospaziali a partire dalle eccellenze industriali e della ricerca del Lazio che sono protagoniste in questo settore a livello internazionale. Il convegno, dal titolo “Lo Spazio dà i suoi frutti”, si terrà il 18 ottobre alle 18.30 all’Auditorium di Palazzo Italia all’Expo a Milano, e costituisce anche un’occasione per far conoscere l’impegno della Regione nel sostenere le imprese e la ricerca e favorire collaborazioni e sinergie con partner di tutto il mondo. I lavori saranno moderati dal giornalista RAI Duilio Giammaria.
Due dibattiti con esponenti di primo piano di Europa e USA. Il primo, dedicato all’agrospazio, sarà aperto dal prof. Giacomelli dell’Univerisità dell’Arizona. Tanti gli argomenti che saranno trattati: dalle tecnologie avanzate per l’agricoltura ai sistemi di supporto della vita per le missioni spaziali fino alle tecnologie biorigenerative e a quelle in ambiente controllato sulla terra. Il secondo riguarderà le Applicazioni satellitari per l’Agricoltura e sarà guidato dal Dott. Benjamin Koetz dell’Agenzia Spaziale Europea. In questo incontro saranno illustrati gli studi e le ricerche nel settore dell’Osservazione della Terra per applicazioni in agricoltura, con particolare riferimento al territorio laziale e ai dati satellitari della costellazione Copernicus.
Tanti gli interventi previsti. Interverranno rappresentanti di Aero Sekur, CNR-IBAF, Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale, Università della Tuscia, ENEA, Joint Research Centre della commissione UE, Telespazio, Thales Alenia Space – SVP Domain Observation Italy, IPTSAT, CRAS – Centro Ricerca Aerospaziale Sapienza  e Università di Roma Tor Vergata. All’evento saranno presenti anche Guido Fabiani, assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, e i due astronauti Maurizio Cheli e Paolo Nespoli.

Rispondi alla discussione

Facebook