sabato 18 Maggio 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “Villa Adrover, mon ex amour”

scritto da Redazione
Terracina. “Villa Adrover, mon ex amour”

Cari tutti,

al di là delle legittime posizioni espresse in questa sede, che contano poco o niente per la politica (si fa per dire) di questa nostra città, una volta assegnato il “bene” al privato questi è legittimato a farne l’uso consentito dalle “leggi” di questo nostro Bel Paese.

Il problema si può realisticamente ritenere invece sia a monte: ovvero afferisce alla decisione della politica di vendere il 50% di proprietà comunale dell’immobile ad un privato, che in prima istanza era una ditta che commerciava in legnami in quel della ciociaria, senza pretendere una prelazione per acquisire l’immobile e l’intera area annessa alla Villa, CHE E’ FABBRICABILE (forse il vero affare è questo), e consegnarlo nella disponibilità dei cittadini, quindi, delle future generazioni di terracinesi.

Facile amministrare senza sforzare le “meningi” vendendo i gioielli di famiglia e senza pensare a chi verrà dopo.

L’affare, in ogni modo e come spesso accade da tempo in città, stranamente, lo fanno sempre e comunque solo i privati.

E’ strano ma è così!

Ai terracinesi rimangono ancora una volta solo le “belle parole” dei venditori di fumo che si sono alternati e purtroppo si alternano pare, sine die, al governo (si fa per dire) della città, oggi conosciuta per gli infuocati “tramonti a Ponente”, per la “pista ciclabile biancoceleste”, per il “Tempio di Giove e la spiaggetta”… e da qualche mese anche per il “teatro romano ritrovato”.

Chess’è!

Mo mettemeci na pezza!

#regionelazio #politica #terracina #wilprivato

I commenti non sono chiusi.

Facebook