domenica 14 Luglio 2024,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Terzo Settore, riunione in Comune per il progetto FEI

scritto da Redazione
Terracina. Terzo Settore, riunione in Comune per il progetto FEI

Come programmato nei giorni scorsi dall’assessore alle politiche sociali, Roberta Tintari, si è svolta questa mattina presso il Palazzo comunale la prevista riunione delle associazioni Onlus e degli organismi del no profit che intendono partecipare, insieme al Comune di Terracina, al progetto FEI (Fondo integrazione cittadini Paesi terzi, programma annuale 2013), bando promosso dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno, che scadrà il prossimo 10 ottobre.
“Nell’odierno  incontro – dichiara l’assessore Tintari – ho avuto modo di incontrare diverse associazioni del Terzo Settore che operano sul nostro territorio e che nello specifico finalizzano la loro attività sociale in favore degli immigrati presenti sul territorio comunale.
La totalità delle associazioni intervenute ha confermato, con entusiasmo, l‘adesione al progetto FEI – I.TER. Integrazione Terracina – Azione 7 – “Dialogo interculturale ed empowerment delle associazioni straniere, che sosterrà l’intesa interculturale tesa a promuovere la conoscenza e l’accettazione reciproca tra società d’accoglienza e comunità straniere, anche attraverso la creazione di spazi e momenti d’informazione, formazione e incontro tra comunità immigrate e cittadinanza residente.
Ma anche offrire interventi capaci di favorire la rappresentatività delle associazioni straniere, contribuendo a superare la loro frammentazione e le difficoltà di comunicazione tra associazioni e tra associazioni e istituzioni pubbliche, oltre a  sviluppare capacità tecnico – progettuali  al fine di migliorare le opportunità di accesso a finanziamenti  per i progetti di integrazione.
Sono destinatari finali della proposta progettuale – termina l’assessore alle politiche sociali Roberta Tintari – i cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale, nonché cittadini di Paesi terzi che si trovano nel territorio di un Paese terzo e soddisfano specifiche misure o condizioni antecedenti alla partenza previste dall’ordinamento italiano.
Non sono destinatari  finali i cittadini di Paesi terzi che hanno presentato una domanda di asilo, riguardo alla quale non è stata ancora presa una decisione definitiva o godono dello status di rifugiati, della protezione sussidiaria, che soddisfano i requisiti per essere riconosciuti come rifugiati o sono ammissibili alla protezione sussidiaria”.
La domanda di ammissione deve essere redatta complicando correttamente e integralmente la modulistica presente sul portale www.fondisolid.interno.it.

Rispondi alla discussione

Ultime notizie

Facebook