giovedì 25 Aprile 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina, oggi flash mob dell’Uiltucs innanzi al sepermercato LIDL

scritto da Redazione
Terracina, oggi flash mob dell’Uiltucs innanzi al sepermercato LIDL
Distribuzione Moderna Organizzata-Federdistribuzione hanno fatto saltare il rinnovo del Contratto Nazionale del Terziario e Commercio molte societa’ aderenti a questa associazione datoriale sono anche in provincia di Latina, la Uiltucs Latina SIT-IN e flash/Mob presso Supermercato/LIDL di Terracina insieme a tanti lavoratori delle aziende, che a differenza di Confcommercio che ha siglato il contratto nazionale, vogliono le  associate della DMO- federdistribuzione  calpestare i lavoratori le lavoratrici con una flessibilita’ incontrollata percorrendo la strada dei contratti a termine e di conseguenza “precariato a lungo termine”, oltre a smembrare la classificazione del personale, un peggioramento della parte normativa e salariale e’ questo quello che vogliono le aziende aderenti a DMO, con l’inevitabile assenza di aumenti salariali a differenza del contratto nazionale siglato nei giorni scorsi da Confcommercio, a tutto cio’ ci opporremo sin da subito anche nella nostra provincia con la mobilitazione immediata, partiamo dal marchio  LIDL a Terracina, una delle associate DMO,  come Uiltucs Latina aderendo allo Sciopero Nazionale di otto ore di tutti i lavoratori dipendenti delle aziende aderenti alla Distribuzione Moderna  Organizzata, manifesteremo nella nostra provincia come nel resto del paese per dimostrare e rivendicare che i lavoratori di queste aziende che non vogliono siglare il contratto nazionale non rimarranno fermi vogliono il contratto, piu’ salario piu’ dignita’ e meno lavoro precario, ribadisce la Uiltucs Latina  in un settore che non soffre crisi, come quello della distribuzione alimentare, dal Supermercato LIDL di Terracina grideremo le ragioni dei tanti lavoratori e lavoratrici che sin dal 22 dicembre scorso  nell’imponente Manifestazione di Roma rivendicano:
IL CONTRATTO CI SPETTA! 

I commenti non sono chiusi.

Facebook