martedì 27 Febbraio 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina. “La Cittadella dello sport: una via crucis lunga 30 anni”

scritto da Redazione
Terracina. “La Cittadella dello sport: una via crucis lunga 30 anni”

La prima foto che si pubblica ritrae il compianto Bibi Carucci, già presidente del Terracina calcio, presidente dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo della città e assessore in varie giunte comunali negli anni ‘80 e ‘90.

Bibi è stato uno dei protagonisti, in positivo, dell’inaugurazione del campo sportivo San Martino “A” (l’intitolazione a Mario Colavolpe arriverà anni dopo) strapieno di tifosi, evento che si celebrò con una partita amichevole con la Lazio.

Riteniamo che questa foto rappresenti bene quello che doveva essere l’inizio di un percorso per realizzare nel corso del tempo la “Cittadella dello sport terracinese”.

Un percorso lungo oltre trent’anni, che al di là del campo “A” e B”, quest’ultimo in completo disuso, una piscina che doveva essere olimpica ed è invece un pascolo per pecore e capre, una pista di atletica che doveva essere il fiore all’occhiello a livello provinciale, le società, gli sportivi i tifosi, l’utenza dei cittadini tutti che avrebbero voluto usufruire di tali strutture, si ritrovano solo il DESERTO dell’inefficienza politica e amministrativa di diverse classi dirigenti della città.

Per dare completezza e sostanza alle parole pubblichiamo una piccola ma significativa rassegna di come era, doveva essere, ma è diventato il complesso della “Cittadella” delle prese per i fondelli.

#regionelazio #politica #terracina #terracincalcio1925

*il servizio fotografico completo si può seguire sulle pagine facebook di Terracina città e Agora Regione Lazio.

I commenti non sono chiusi.

Facebook