sabato 18 Maggio 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina -elezioni 2023. I perchè della discesa in campo politico di Anna Giannetti

scritto da Redazione
Terracina -elezioni 2023. I perchè della discesa in campo politico di Anna Giannetti

Sappiamo bene perché’ andiamo al voto.

Conosciamo le motivazioni del Commissariamento.

Conosciamo gli atti resi pubblici in merito alle indagini, alle operazioni di polizia, alle ordinanze dei giudici.

Conosciamo uno per uno i sequestri, gli arresti, i reati ipotizzati, i processi.

Legambiente e’ parte civile ammessa nei processi ed e’ parte offesa riconosciuta dalla Procura. CONOSCIAMO E SAPPIAMO BENE TUTTO E NON CI BEVIAMO I RACCONTI DI COMODO.

Non esistono solo ragioni giudiziarie ma esistono ragioni morali, etiche e di opportunità politica.

Poi esistono ragioni fattuali:

1) la nostra città malamministrata si e’ impoverita mentre solo alcuni oligarchi e capibanda facevano lauti affari. Ecco perché’ vogliamo riportare attenzione sulla cittadinanza (giovani, anziani, disabili, donne, comunità’ Lgbt+, percettori RdC, stagionali, braccianti) e non sugli imprenditori, già’ ampiamente tutelati dalle loro forze politiche lautamente finanziate.

2) la nostra città’ malamministrata ha lasciato languire i suoi beni preziosi, esponendoli al degrado, per poi offrirli agli amici migliori offerenti. Ecco perché’ vogliamo riportare la gestione dei beni piu’ preziosi (aree archeologiche, parchi urbani, ville comunali…) ai cittadini che possono organizzarsi in cooperative e imprese sociali.

3) la città’ malamministrata ha sprecato soldi pubblici in appalti pilotati che hanno lasciato incompiute dovunque (ascensore, Parco Arene, Calcatore, Porto insabbiato, etc…) che hanno aumentato il degrado ovunque. Ecco perché’ vogliamo un Osservatorio cittadino e un controllo serrato sugli appalti rafforzando l’Anticorruzione. Un sito web che faciliti al cittadino il controllo della cosa pubblica. Una vera sterzata antimafia per ridurre l’impatto della criminalità’ organizzata e del riciclaggio di danaro sporco.

4) la nostra città’ malamministrata ha creato ecomostri di cemento che hanno deturpato per sempre il suo volto (ex Desco, ex Corafa e per fortuna bloccato in tempo, Ex-Proinfantia) e che l’hanno resa irriconoscibile. Ecco perché’ vogliamo serrare il controllo sui piani urbanistici e il rilascio delle autorizzazioni. Vogliamo una revisione totale della urbanistica cittadina e abbattere gli abusi edilizi che stanno diventando la norma.

5) la nostra città’ malamministrata ha accumulato nuovi residui attivi e debiti che fanno rischiare un nuovo tracollo finanziario. Ecco perché’ vogliamo da subito un piano straordinario di rientro per “pagare meno pagare tutti”. Vogliamo combattere evasione ed elusione e ridistribuire ricchezza

6) la città’ malamministrata ha prodotto un far west sul nostro litorale. Concessioni balneari “allargate” e stabilimenti “monstre” con un mancato rispetto dei diritti di accesso al mare e con sfregi paesaggistici. Ecco perché’ vogliamo dare impulso alle regole del nuovo PUA che abbiamo contribuito a indirizzare come Legambiente e liberarci dalla morsa dei “prenditori” che vogliono solo sfruttare il nostro litorale. Controlleremo ogni atto concessorio e fermeremo gli abusi edilizi in nome della destagionalizzazione. In verità’ lo stiamo già’ facendo.

NOI ABBIAMO LE IDEE CHIARE SU QUALI SONO LE CAUSE DEI GRAVI FATTI SUCCESSI A TERRACINA (dissesto economico, corruzione e collusione, infiltrazioni della criminalità’ organizzata, voto condizionato).

E VOGLIAMO RIMUOVERE LE CAUSE.

I commenti non sono chiusi.

Facebook