lunedì 30 Novembre 2020,

News

Ξ Commenta la notizia

Temperature estive, tutti al mare

scritto da Redazione
Temperature estive, tutti al mare

Generalmente in questo periodo dell’anno in montagna si inizia la preparazione della stagione invernale, che quasi ovunque parte con il Ponte dell’Immacolata, nelle cittadine di montagna si organizzano i mercatini di Natale (alcuni dei quali hanno inizio già da fine novembre) e nelle città, da nord a sud, si fa il cambio di stagione nell’armadio. Quest’anno però a fine ottobre si va ancora al mare, e non solo in Sicilia. Sul litorale romano oggi è stata scattata una fotografia d’estate: il sole e la temperatura vicina ai 30 gradi hanno infatti invogliato decine di persone sulle spiagge di Ostia, Fiumicino e Fregene per una tintarella fuori stagione. I più audaci hanno ritirato fuori dai cassetti il costume da bagno, mentre qualcuno più impavido si è concesso addirittura un tuffo in mare. La maggior parte però ne ha approfittato per fare una passeggiata a piedi sulla battigia o in bicicletta sui lungomare o sui moli dei porti di Ostia e Fiumicino. Una giornata ideale, da classica “ottobrata romana”, ma ancora più calda, anche per pranzare, nei ristoranti o stabilimenti balneari, con vista fronte mare e trascorrere una domenica all’insegna del relax.
Anche a Napoli residenti e turisti hanno goduto del fine settimana all’insegna del caldo. Dal lungomare oggi era possibile vedere tante persone sedute sugli scogli e alcuni, addirittura, si sono spinti a fare il bagno. Il sole e temperature ben al di sopra dei venti gradi, che in alcuni casi hanno sfiorato i trenta, hanno spinto anche i calabresi ad affollare le spiagge delle principali località turistiche della regione per trascorrere un’altra giornata al mare. Numerosi gli stabilimenti balneari ancora sono aperti per accogliere i bagnanti fuori stagione. E anche qui i più coraggiosi hanno fatto il bagno.
“La maggior parte degli stabilimenti balneari in Italia sono chiusi ma alcuni hanno prolungato la stagione fino a fine ottobre – spiega il presidente del Sib, il Sindacato italiano balneari, Riccardo Borgo – e comunque ovunque vi sono esercizi che assicurano, oltre alla ristorazione, anche i servizi di base”.   “Quest’anno riferisce Borgo – rispetto allo scorso, gli operatori balneari hanno registrato almeno un -5% di entrate, dovute non tanto alle minori presenze, quanto al fatto che la gente spende meno. Ci ha aiutato il tempo, che fortunatamente, soprattutto ad agosto, è stato splendido”.  I balneari attendono a giorni di essere convocati dal governo per conoscere i dettagli del decreto sulle concessioni balneari che l’esecutivo si appresta a varare. “E’ un argomento vitale per noi – osserva Borgo – e speriamo che il governo ci consulti e consulti gli enti locali. Se questo segnale non arrivasse, non potremmo subirlo senza fare nulla”.
Sul fronte del clima, i metereologi annunciano caldo anomalo fino a giovedì prossimo al centrosud, con temperature che in Sicilia potranno ancora superare i 29 gradi, a causa di ‘Gulliver’, la nuova bolla dell’anticiclone africano. Più caldo del normale anche sui monti, fino a 10 gradi sopra la medie di questo periodo, con punte di +18 a 1500 metri, valore assolutamente inusuale per il periodo. Al Nord e sulle coste adriatiche, invece, si formeranno in questi giorni le prime nebbie anche fitte sulle pianure e le mattine saranno molto fresche, mentre di giorno si potranno sfiorare al massimo i 20-21 gradi.  Una parentesi temporalesca è prevista solo sulla Sardegna e sulla Sicilia tra domani e martedì. Per sabato prossimo è atteso invece un peggioramento, quando – come spiega Antonio Sanò, direttore del portale ilmeteo.it – giungerà una forte perturbazione atlantica, seguita da un brusco calo delle temperature che a fine mese arriverà a 10 gradi.

Rispondi alla discussione

Facebook