venerdì 16 Aprile 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Sezze. “M5S e territorio pontino”

scritto da Redazione
Sezze. “M5S e territorio pontino”

Il Movimento 5 Stelle, in provincia di Latina, non ha presentato candidature locali per le prossime elezioni al parlamento europeo. Eppure il risultato dei grillini alle politiche del 2013, in territorio pontino, aveva rappresentato la vera sorpresa, con un 25% circa tra camera dei deputati e senato, che aveva lanciato il movimento al secondo posto subito dopo il PDL. Un esito elettorale che ha condotto ad una forte rappresentanza, con ben due senatori ed un deputato. Questa “ritirata”, che lascia il campo libero ad altri partiti rappresentati da candidati locali, potrebbe meravigliare osservatori meno attenti, ma non certo chi ha seguito con attenzione non solo la superficiale attività provinciale degli eletti M5S, ma soprattutto quella di chi li ha preceduti fregiandosi del titolo di “giustizialisti”. Ci riferiamo evidentemente e volutamente all’Italia dei Valori, giustizialista nelle politiche nazionali ed estremamente “disattenta” rispetto a quanto avveniva di grave in provincia di Latina. Provincia in cui si respira da decenni un diffuso clima di consociativismo, che porta i diversi partiti a garantire uno status quo nel quale gli interessi reciproci vengono comunque tutelati. Atteggiamenti questi, che hanno favorito infiltrazioni di ogni tipo ed una degenerazione della politica troppo spesso collusa nel silenzio generale. Anche il PD non ha candidati locali per le europee, ma questo, per un partito ormai “istituzionale”, stupisce meno. La partita si gioca su tanti tavoli ed evidentemente i “dem” hanno giocato le loro carte, ben sapendo quali saranno i rientri. Il M5S si è già adattato a questi equilibri, a questo clima ed a questi metodi?

Movimento Libero Inziativa Sociale – lavocelibera.it

Rispondi alla discussione

Facebook