domenica 24 Gennaio 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Sabaudia – politica. “Fratelli serpenti?”

scritto da Redazione
Sabaudia – politica. “Fratelli serpenti?”

Renato Bianchi lascia Forza Italia e torna in Fratelli d’Italia, di cui era stato tra i propulsori a Sabaudia, nonchè capogruppo nella scorsa consiliatura, con la benedizione dei vertici provinciali del partito: dall’europarlamentare Nicola Procaccini al senatore Nicola Calandrini, al vice coordinatore regionale Enrico Tiero, al capogruppo consiliare di Sabaudia, Piera Polisena
A non benedire per niente la “new/old entry” sono però i responsabili comunali di Fratelli d’Italia.
In primis il coordinatore cittadino Mimmo D’Amico che, nella nota stampa diffusa nella giornata di oggi, annuncia di aver rassegnato le dimissioni dall’incarico.
Da quanto si evince, però, il suo diniego e la sua reazione forte non nascono tanto dal ritorno di Bianchi, quanto dal ripudio da parte dei responsabili di Latina di quell’idea di rinnovamento che D’Amico aveva messo in cima alla lista dei suoi obiettivi, ricevendone condivisione, quando a gennaio 2019 prese in mano le redini del partito a Sabaudia. “Due anni di lavoro intenso e sinergico – si legge nel comunicato – nel quale ogni decisione è stata concordata con la base ed avallata dai vertici provinciali e dal quale è sortita l’elaborazione di un progetto politico innovativo, che ha portato FdI a diventare la prima forza politica in città”. Tra i cardini del progetto, ribaditi anche due mesi fa, il cambiamento “della classe politica del centrodestra, con l’esclusione di ex sindaci, candidati sindaci e politici del passato”. “Ora la fiducia che ci era stata concessa viene ritirata e non ci resta altra strada che le dimissioni per proseguire nei nostri ideali”, conclude Mimmo D’Amico, rimettendo il mandato nelle mani del sen. Calandrini.
E con lui lascia anche il vice coordinatore Temistocle Belmonte.

Rispondi alla discussione

Facebook