lunedì 17 Giugno 2024,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Roccasecca dei Volsci. “L’abbraccio… un centro per il minore e la famiglia”

scritto da Redazione
Roccasecca dei Volsci. “L’abbraccio… un centro per il minore e la famiglia”

Si è tenuto ieri l’incontro di sensibilizzazione sulla prevenzione del disagio minorile che ha voluto presentare il progetto relativo all’attivazione, nel Comune di Roccasecca dei Volsci, di un centro per il minore e la famiglia. All’incontro hanno partecipato insegnanti, genitori, operatori socio-sanitari.
A dare avvio al pomeriggio sono stati i saluti delle autorità istituzionali locali. Il sindaco del Comune, Dott.ssa Barbara Petroni ha introdotto la tematica del progetto ponendo particolare attenzione al tema della formazione dei bambini da più punti di vista, didattico e umano. All’incontro ha presenziato e sostenuto positivamente l’iniziativa il Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani il quale ha sottolineato il grande valore di azioni volte a sostenere la crescita dei minori e delle famiglie in quanto rappresentano il futuro della comunità e del territorio. Ha, inoltre, espresso la sua vicinanza istituzionale alle iniziative della scuola e il suo impegno a investire sull’educazione quale azione da rendere prioritaria ad altre forme di investimento. L’Assessore alle Politiche Sociali Piero Casconi, ha mostrato la sua soddisfazione per il lavoro sinergico tra l’Ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Roccasecca dei Volsci e la Cooperativa Sociale “Spazio Incontro Onlus” che ha elaborato il progetto e si occuperà della sua realizzazione. Ha inoltre evidenziato come sul territorio non ci sono stati interventi rivolti ai minori e il suo impegno a cercare di fare di più e a dare continuità ad iniziative come quella che si sta presentando. Infine tra i saluti delle autorità ha preso parola la Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”, Dott.ssa Assunta Natalini la quale ha evidenziato i bisogni attuali della scuola e di come questa deve essere un servizio capace di offrire agli alunni conoscenze e competenze necessarie per permettergli di affrontare il cammino della loro crescita.
A seguire ci sono stati gli interventi tecnici sulla problematica del disagio minorile, sulla presentazione delle azioni progettuali e sugli interventi messi in atto dall’Ufficio del Servizio Sociale e del Servizio Sociale Professionale.
Questa parte del pomeriggio è iniziata con la relazione della Dott.ssa Daniela Di Pirro responsabile del Progetto “L’Abbraccio… un centro per il minore e la famiglia” per conto della Cooperativa “Spazio Incontro Onlus” di Formia. Aspetto centrale nel dare importanza alla prevenzione del disagio in tutte le sue forme (da lieve a grave come le condizioni di abuso e maltrattamento all’infanzia) proviene da linee guida internazionali riprese dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che richiamano gli Stati ad investire nella prevenzione. Un bambino che vive una condizione di disagio e non ci sono servizi capaci di accogliere, riconoscere, e intervenire (soprattutto quando il disagio è correlato a forme di violenza all’infanzia) può diventare un adulto di cui gli Stati se ne devono occupare da un punto di vista assistenziale e/o riabilitativo attraverso il sistema giudiziario, il sistema sanitario (carceri, comunità terapeutiche, comunità di tossicodipendenza…). Questo fa innalzare notevolmente i costi sociali e da qui anche l’importanza di progetti di prevenzione e ancor più l’importanza che ci sia una continuità nel tempo necessaria a consolidare modelli di interventi con tali finalità.
Le azioni del progetto sono state esposte in modo chiaro dalla Dott.ssa Silvia Sciscione e la Dott.ssa Michela Casconi, assistente sociale e pedagosista dell’equipe del progetto.  La scuola e il territorio, che hanno mostrato una grande sensibilità e una grande apertura verso questo tema, sono i contesti dove si inseriscono le azioni che si svilupperanno nell’arco dell’anno di finanziamento:
Attivazione e gestione di un centro di ascolto all’interno del contesto scolastico.
Percorso informativo e formativo sulle tematiche della genitorialità
Percorso informativo e formativo rivolto agli insegnanti
– Attivazione di un laboratorio espressivo rivolto a minori al fine di potenziare la creatività.
Attività educative rivolti a minori attraverso occasioni di aggregazione ludico-ricreativa.
Percorso ludico-ricreativo” un’occasione formativa rivolta a coloro che desiderano apprendere le principali conoscenze e tecniche per lavorare in ambito educativo in un centro socio-educativo.
A concludere c’è stato l’intervento del Dott. Giovanni Venditti, psicologo del servizio sociale professionale che ha esposto in modo dettagliato il grande lavoro svolto dall’ufficio dei servizi sociali e dal servizio sociale professionale rispetto all’area minori e famiglia. Dall’analisi, infatti, ha evidenziato la grande percentuale (circa il 60%) relativa agli interventi messi in atto nei confronti dei minori e delle famiglie multiproblematiche che attesta il bisogno di interventi rivolti a tale area. Ha ribadito, inoltre, l’importanza, la necessità e l’impegno a costruire con l’equipe del progetto dei raccordi finalizzati al buon funzionamento della rete tra servizi.
Durante il pomeriggio ha preso parola anche la Dott.ssa Carletti, Dirigente del settore politiche Sociali del Distretto dei Monti Lepini, presente all’incontro che ha incoraggiato e sostenuto positivamente l’attivazione del progetto come investimento sul futuro del territorio.

Rispondi alla discussione

Facebook