venerdì 16 Aprile 2021,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Porto di Gaeta: Snobbato dalle inefficienze operative dell’Autorità Portuale. Intervento del presidente della Provincia di Latina Armando Cusani

scritto da Redazione
Porto di Gaeta: Snobbato dalle inefficienze operative dell’Autorità Portuale. Intervento del presidente della Provincia di Latina Armando Cusani

I fondi per il potenziamento del porto commerciale di Gaeta stanziati dall’Autorità Portuale, da soli, non bastano a innescare dinamiche interessanti per una vasta area geografica come il Lazio meridionale.
Occorre quindi compiere tutti gli sforzi possibili affinché il porto commerciale della nostra provincia non diventi un luogo improduttivo.
Avere delle infrastrutture portuali moderne è fondamentale, ma è anche vero che occorrono da parte dell’Autorità Portuale iniziative tese a far incontrare domanda e offerta del trasporto sia passeggeri sia merci: quindi non solo gestione ma anche e soprattutto strategia.
È ormai cosa risaputa che il porto di Gaeta, insieme con quelli di Fiumicino e Civitavecchia, costituisce la piattaforma portuale del Lazio Tirreno centrale, ma sino a oggi non è stato inserito in nessun programmazione importante, mentre assistiamo a situazioni incomprensibili.
Mi riferisco al fatto che si lanciano nuovi collegamenti marittimi da Gaeta, ma poi puntualmente non accade nulla.
Recentemente, infatti, è stata annunciata l’apertura di un nuovo servizio marittimo da Gaeta ad Augusta, da mesi posticipata senza una trasparente ragione.
Il servizio partirà o ci troviamo di fronte ad una bufala? Se non parte quali sono i motivi?
Non posso esimermi nell’affermare che fino ad oggi, stando ai fatti, non solo l’Autorità Portuale non ha mai manifestato una seria e responsabile attenzione verso lo sviluppo della nostra portualità, ma quando compie qualche piccolo passo genera il caos, facendo anche comparire e scomparire armatori in pochi giorni.
Tale scenario, dove sicuramente l’ente portuale ha delle responsabilità, non fa altro che gettare discredito sul porto di Gaeta, illudendo gli imprenditori e la città, che da anni aspettano la favolosa svolta.
Ricordo i tanti proclami, come quello dell’attuale presidente Pasqualino Monti, che intravedeva il porto di Gaeta come un perfetto polo logistico sia per il MOF sia per la FIAT di Cassino.
Un percorso parolaio incapace di pianificare il futuro da parte di chi invece dovrebbe governare i processi, creando opportunità di sviluppo nella nostra provincia.
Non è da oggi che evidenzio pubblicamente come l’Autorità Portuale per il ruolo che ricopre non può e non deve limitarsi esclusivamente alla realizzazione di qualche marciapiede per giustificare la sua esistenza in vita, tralasciando, forse scientemente, la sua mission fondamentale: accompagnare il potenziamento infrastrutturale del porto di Gaeta.

Armando Cusani
Presidente della Provincia di Latina

Rispondi alla discussione

Facebook