domenica 21 Aprile 2024,

Politica

Ξ Commenta la notizia

PE, voto sulla revisione del Regolamento per le indicazioni geografiche dei prodotti, De Meo: “Bene per tutela e qualità, anche, del Made in Italy”

scritto da Redazione
PE, voto sulla revisione del Regolamento per le indicazioni geografiche dei prodotti, De Meo: “Bene per tutela e qualità, anche, del Made in Italy”

«Con il voto favorevole al nuovo Regolamento Ue sulle indicazioni geografiche di vini e prodotti agricoli il Parlamento europeo – dichiara l’on. Salvatore De Meo, membro della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento europeo – rafforza la tutela e la competitività dei prodotti agroalimentari di qualità di tutti gli Stati membri, ma, soprattutto, dell’Italia considerato che vantiamo il maggior numero di prodotti IG e DOP. Le indicazioni geografiche – continua l’on. De Meo – non sono solo un marchio commerciale, ma strumenti di garanzia dell’autenticità e della qualità dei prodotti alimentari tradizionali in quanto certificano l’origine controllata e il legame del territorio alle caratteristiche del prodotto. Il nuovo regolamento – dichiara ancora – introduce importanti novità per rafforzare la tutela di questi prodotti, tra cui l’obbligo di indicare sull’etichetta il nome del produttore e l’origine della materia prima principale, ma, soprattutto, il divieto di utilizzo improprio delle Indicazioni Geografiche nazionali o la registrazione di nomi simili a DOP o IGP. Questa norma – sottolinea l’on. De Meo – , fortemente sostenuta da Forza Italia, mira a proteggere le eccellenze italiane come il prosecco, la mozzarella e il Parmigiano Reggiano, famosi in tutto il mondo per la loro qualità, ma sempre più oggetto di casi di contraffazione. Le nuove norme permetteranno anche ai consumatori di fare scelte chiare negli acquisti di prodotti genuini e legati al territorio con un impatto positivo sull’ambiente e sulle economie locali. L’approvazione di questo Regolamento, proprio nel momento in cui si registrano forti tensioni tra le istituzioni europee ed il mondo agricolo – conclude l’on. De Meo –  dimostra come le politiche europee possano concretamente beneficiare il settore valorizzando il lavoro dei produttori e favorendo nuove opportunità di crescita».

I commenti non sono chiusi.

Facebook