sabato 13 Aprile 2024,

Regione

Ξ Commenta la notizia

“Oggi in regione”

scritto da Redazione
“Oggi in regione”

PORTA FUTURO ANCHE A LATINA: UN NUOVO SERVIZIO PER I GIOVANI CHE CERCANO UN LAVORO
Arriva anche a Latina Porta Futuro Rete Università, un servizio rivolto a tutte e a tutti pensato per offrire assistenza e supporto aiuto ai giovani a partire dalla scrittura del curriculum. La nuova sede di Porta Futuro Università di Latina si trova all’interno della residenza Laziodisu, in via Villafranca 63. Qui tutte le info sul nuovo servizio
A Latina un nuovo servizio a disposizione dei giovani che cercano un lavoro: è  Porta Futuro Rete Università, dove chiunque può chiedere un aiuto a partire dalla scrittura del curriculum. La nuova sede di Porta Futuro Università di Latina si trova  all’interno della residenza Laziodisu, in via Villafranca 63. Tutte le aree sono dotate di infrastrutture tecnologiche che permettono una consultazione attiva dei servizi (pc per utilizzo software Porta Futuro Lazio e web-cam collegabile ai computer dei relatori e recruiter aziendali per i collegamenti via Skype).
Ecco tutte le info: il servizio è a disposizione nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle ore 16 e nei giorni martedì e giovedì dalle 9 alle 18.30. Presto saranno realizzati anche servizi  di consulenza giuslavoristica e servizi formativi per rendere maggiormente compatibili i profili professionali alle richieste del mercato del lavoro. Nella nuova sede si svolgeranno anche convegni, eventi per il recruiting, l’innovazione e la competitività.
Noi siamo pancia a terra a sostegno di una nuova generazione, non con pacche sulle spalle ma con servizi nuovi –  lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: oggi anche qui, come poi negli altri territori apre un servizio che non esisteva in Italia che permette da dentro la Casa dello Studente di conoscere le opportunità di lavoro in questo momento in tutta la Regione e soprattutto tutte le opportunità di formazione rivolte a chi cerca lavoro: un metodo più civile in cui la trasparenza, l’informazione e la presa in carico dei diritti diventa una pratica a disposizione di tutti“- ha detto ancora Zingaretti.
La Regione sta oggettivamente correndo, sta cambiando, sta innovando, sta riqualificando e sta costruendo dei poli d’eccellenza di orientamento, di informazione, pubblici e gratuiti che sono a disposizione dei nostri cittadini, dei ragazzi dai 18 ai 35 anni che vivono una difficoltà che è  quella della formazione e del lavoro e che possono trovare nella Regione un partner“- è il commento del vicepresidente e assessore alla formazione, università e ricerca, Massimiliano Smeriglio.


LAZIO EUROPA TOUR: A LATINA LA 1° TAPPA, CON L’EUROPA IL LAZIO CAMBIA
Inizia a Latina il tour nel Lazio per raccontare l’impegno della Regione per i territori grazie alle risorse europee. L’obiettivo è sempre lo stesso: ripartire e rendere il Lazio più forte. Ecco una carrellata di numeri per raccontare il lavoro della Regione per la Provincia di Latina
Partito oggi a Latina un tour che toccherà tutti i territori del Lazio per illustrare il lavoro della Regione e le opportunità che si aprono con l’avvio della nuova programmazione europea.
Sono tante le azioni portate avanti in Provincia di Latina grazie alle risorse europee.
Ecco una carrellata di numeri per raccontare il lavoro della Regione per la Provincia di Latina:
144 milioni di euro di fondi europei investiti: queste risorse si sono trasformate in oltre 3.500 progetti concreti per migliorare la qualità urbana dei comuni, promuovere in modo nuovo il turismo, far nascere nuove imprese e aiutare le realtà produttive strategiche a essere più competitive e più attrattive. L’azione sui fondi europei 2007-2013 ha riguardato tutti i territori del Lazio e tutti gli ambiti della programmazione europea. 
Le risorse per la crescita e l’occupazione. Nell’ambito del Por-Fse, il Programma Operativo cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, la Regione ha erogato alla Provincia di Latina 20,6mln di euro in questi due anni e mezzo. Risorse importanti che sono andate a sostegno di 217 diversi soggetti. Per quanto riguarda invece il Psr, il piano di sviluppo rurale, la  sostenuto questo territorio con 54,7mln di euro a sostegno di 2.301 beneficiari. 
Una serie di interventi anche nei comuni. In Provincia di Latina la Regione è riuscita a riattivare e portare a termine un totale di 36mln di fondi Plus in cinque diversi comuni: Latina, Cisterna, Aprilia, Fondi, Formia. In particolare la Regione ha sostenuto 30 interventi per la qualità urbana: dalle piste ciclabili agli asili, dalla riqualificazione del litorale ai nuovi impianti di illuminazione. 
Ossigeno alle casse di enti pubblici.  Parallelamente all’azione sui fondi europei la Regione ha erogato agli enti pubblici di questa provincia un totale di 2,35mln di euro da bilancio regionale, compresi i debiti saldati. In particolare sono stati sbloccati 2,1mld alla Asl, 59mln alla provincia, 25,4mln al comune di Latina, 108,4mln agli altri comuni della Provincia, 8,9 agli enti parco e 7,2 ai consorzi di bonifica.
Tanti interventi anche con la nuova programmazione. Ecco qualche esempio: entro quest’anno sarà aperta una nuova Casa della Salute ad Aprilia; ci sono in programma 8 interventi di edilizia sanitaria e saranno finanziati anche  i lavori per il miglioramento e la messa in sicurezza di 5 teatri pubblici e privati e i lavori di ristrutturazione su 48 scuole.
Tra le altre cose anche con interventi di manutenzione straordinaria delle strade: sulla Pontina, sulla Nettunense, sulla strada regionale 639 Ausonia. E, a proposito, a breve saranno conclusi anche i lavori sulla Monti-Lepini, attesi da 10 anni.
Questo incontro vuole essere un appuntamento annuale di monitoraggio del lavoro di presentazione delle banditure europee – lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: già la prossima settimana gli assessori della mia Giunta torneranno per presentare i bandi che saranno rivolti a sindaci, imprese, associazioni. Questo di Latina è il primo incontro sui bandi europei, ne faremo uno in ogni provincia” – ha detto ancora Zingaretti.


LATINA: PALABIANCHINI ESEMPIO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO
La Regione Lazio ha finanziato i lavori di efficientamento energetico del palazzetto dello sport “PalaBianchini” di Latina. Gli interventi, per un totale di investimenti di 800mila euro, consentiranno un risparmio economico per le casse pubbliche di circa 68 mila euro l’anno e una riduzione di 39.750 kg annui dell’emissione di CO2
Con un investimento totale di circa 800 mila euro, la Regione Lazio ha finanziato i lavori di efficientamento energetico del palazzetto dello sport “PalaBianchini” di Latina. Gli interventi realizzati consentiranno un risparmio economico per le casse pubbliche di circa 68 mila euro l’anno e una riduzione di 39.750 kg annui dell’emissione di CO2.
51 milioni per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici. Quello al PalaBianchini è uno dei 155 interventi finanziati con il bando sull’efficientamento energetico che la Regione ha sostenuto grazie al recupero dei fondi Por Fesr 2007-2013. Nello specifico è stato realizzato un impianto fotovoltaico sulla copertura del palazzetto con lo scopo di fornire energia elettrica necessaria a soddisfare parte dei consumi all’utenza alla quale è collegata.
Un impianto da 200 pannelli fotovoltaici per una superficie utile di 330 mq. Tra le altre cose sono stati installati 25 pannelli solari sopra gli spogliatoi per la produzione di acqua calda, ma non solo: sono stati sostituiti gli infissi esterni e delle pareti vetrate con finestre in alluminio per mantenere il calore all’interno della palestra. Sono solo alcuni degli interventi realizzati per rendere efficiente ed ecosostenibile questo edificio.
Oggi è un giorno importante per Latina perché inauguriamo un investimento di oltre 800 mila euro di fondi europei che rischiavano di tornare a Bruxelles. Grazie a questo intervento, invece, il Comune di Latina risparmierà 68 mila euro, fornendo peraltro un servizio migliore“- è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: si produrranno 40mila chili di Co2 in meno, un modo intelligente di lavorare anche sull’ambiente e sullo sviluppo sostenibile con fatti concreti“.

Rispondi alla discussione

Facebook