sabato 25 Maggio 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

M5S e Raggi si scagliano contro la residenza in deroga

scritto da Redazione
M5S e Raggi si scagliano contro la residenza in deroga
Sono settimane che il M5S e Lista Civica Raggi si stanno scagliando contro la direttiva n.1 del 2022 emessa dal sindaco Gualtieri sotto la pressione delle lotte di questi anni che  estende il diritto alla residenza anche a coloro i quali occupano per necessità, dopo che quella norma l’aveva approvata lo stesso governo del PD nel 2014. Difatti M5S e Lista Civica Raggi hanno presentato una mozione in Assemblea capitolina e in tutti i Municipi per chiedere la revoca immediata della direttiva Gualtieri.

È vergognoso questo accanimento da parte del M5S contro la residenza in deroga” affermano gli attivisti di Potere al Popolo.

“Il diritto alla residenza va garantito e tutelato con ogni mezzo necessario, per quanto riteniamo che la direttiva firmata da Gualtieri che deroga l’articolo 5 Renzi-Lupi, ovvero quello che nega la residenza a chi occupa, sia un passo nella direzione giusta, non è sufficiente. Reclamiamo con forza l’abrogazione totale dell’articolo, per garantire a tutti quei servizi di base connessi alla residenza, quali ad esempio la sanità e l’istruzione, al fine di assicurare una vita dignitosa” proseguono gli attivisti.

Potere al Popolo continuerà a mobilitarsi e denunciare questa guerra contro gli ultimi, che viene portata avanti indistintamente sia dai partiti di centro destra, di centro sinistra e dal M5S  in questa città, accanendosi contro chi non riesce ad arrivare alla fine del mese o a pagare i prezzi insostenibili degli affitti. Continueremo a monitorare ciò che avviene nei nostri Municipi, ad esempio al VI la revoca non è passata”.

“Ci opponiamo alle politiche antipopolari del governo Meloni piegato alla guerra e di conseguenza al carovita che continuano a gravare sui lavoratori, sui disoccupati, sui giovani, pensionati e migranti di questo Paese “ concludono gli attivisti.

I commenti non sono chiusi.

Facebook