giovedì 20 Giugno 2024,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Lo sapevate? “Per il bene di Terracina e dei terracinesi, aumentati gli stipendi a: sindaco, assessori e presidente del consiglio”

scritto da Redazione
Lo sapevate?  “Per il bene di Terracina e dei terracinesi, aumentati gli stipendi a: sindaco, assessori e presidente del consiglio”

Appello urgente per tutti coloro che sono indecisi se candidarsi o meno alle prossime elezioni comunali, sperando di essere eletti ed eventualmente miracolati dal prossimo e munifico sindaco ad essere nominati assessore o presidente del Consiglio.

L’incipit è dovuto per aprire la strada alla conoscenza di una delibera approvata in uno degli ultimi consigli comunali prima “dell’auto sfiducia”, che prevede l’incremento al rialzo delle competenze economiche di sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale.

Forse non consci delle difficoltà di bilancio e ignari di non essere fuori del tutto dal default delle casse comunali e con i servizi a domanda individuale al massimo della tassazione, l’allegra ex brigata di governo del Comune di Terracina, con la scusa ma “in osservanza della previgente normativa contenuta nel D.M. n.119/2000”, DELIBERAVA i riportati nuovi “stipendiucci” (naturalmente per il bene di Terracina e dei terracinesi):

1. al sindaco spettano per il 2023 euro mensili 4.280,95 – per il 2024 euro 4.830,00:

2. al vice sindaco spettano per il 2023 euro mensili 2.354.53 – per il 2024 euro 2.656,5;

3. agli assessori e al presidente del consiglio per il 2023 euro 1.926,43 – per il 2024 euro 2.173,5.

Al termine della memorabile seduta di consiglio comunale, l’assemblea votò l’immediata esecutività ai sensi dell’art. 134, comma 4 del TUEL.

Chess’è!

N.B.

“A scanso di equivoci confermiamo che gli interventi di legittima critica verso la classe dirigente e di opposizione vista all’opera negli ultimi decenni, non può far diventare costoro dei “perseguitati politici o delle facili vittime”, perché le uniche vittime sono i cittadini terracinesi, compresi anche coloro e non sono pochi, che li hanno votati e sostenuti con indecente faccia di bronzo”.

I commenti non sono chiusi.

Facebook